L'intensità energetica globale sta diminuendo

L'intensità energetica, la quantità di energia richiesta per produrre un'unità di PIL, è diminuita dell'1,5% in media in tutto il mondo dal 1990. Le disparità nell'intensità energetica rimangono molto elevate: è inferiore del 25% rispetto al media mondiale per Giappone, Europa occidentale, America Latina e Asia meridionale, ma superiore del 40% per Nord America e Oceania. La Cina, che ha avuto il più alto livello di intensità energetica nel 1980, ha visto la sua intensità energetica scendere quattro volte più velocemente rispetto al resto del mondo: ora è alla media mondiale. Queste sono alcune delle conclusioni di uno studio sulle politiche energetiche di 63 paesi in tutto il mondo condotto da Ademe nell'ambito del Consiglio mondiale dell'energia. Lo studio "Politiche e indicatori di efficienza energetica nel mondo" valuta l'efficacia delle varie misure di politica energetica adottate in questi 63 paesi.

Altro:

Leggi anche: Vélib, la bici in servizio quasi gratuito a Parigi

- Ademe website, clicca qui.
Intensità di petrolio ed energia, confronto di alcuni paesi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *