Meno neve, più plancton

Il lavoro di un team del Bigelow Laboratory for Ocean Sciences (Maine), pubblicato sulla rivista Science, ha permesso di stabilire un legame tra la diminuzione del manto nevoso in Himalaya e l'aumento della concentrazione di fitoplancton nel mare di 'Arabia negli ultimi sette anni. Lo studio della concentrazione di clorofilla nel Mar Arabico, finanziato dalla NASA, è stato condotto utilizzando i dati forniti dal satellite americano OrbView2, sul quale il Sea-watching Wide Field of View Sensor (Seaview -WiFS) e dal satellite giapponese ADEOS (ADvanced Earth Observing Satellite) e dal suo strumento Ocean Color Temperature Sensor (OCTS).

Inoltre, gli scienziati hanno utilizzato in particolare misure nemometriche della superficie del mare fornite dal satellite Tropical Rainfall Measuring (TRMM).
Mission) gestito congiuntamente dalla NASA e dall'Agenzia spaziale giapponese (JAXA) e misurazioni della temperatura in situ con batitermografi non riutilizzabili. Gli scienziati oceanici hanno così scoperto che, dal 1997, la concentrazione di specie di alghe microscopiche nel Mar Arabico è aumentata costantemente. Nell'estate del 2003 era più alto del 350% lungo le coste e del 300% al largo rispetto al 1997. Questa crescita spettacolare sarebbe correlata con una diminuzione della copertura nevosa nelle catene montuose dell'India. Infatti, ha portato ad una diminuzione della quantità di raggi solari assorbiti, quindi una maggiore differenza di temperatura e pressione tra la massa continentale indiana e la massa oceanica nel Mar Arabico.

Leggi anche:  Il governo autorizzerà la produzione di 1,8 milioni di tonnellate aggiuntive di biocarburanti.

Pertanto le correnti d'aria dovute ai monsoni estivi da giugno a settembre, generate dal differenziale di pressione, aumentano l'intensità del relativo "upwelling" (cioè un upwelling di acqua fredda) , che promuove ulteriormente lo sviluppo del fitoplancton e, oltre a ciò, rafforza l'ecosistema marino nel suo complesso.

WT 09 / 05 / 05 (Clima: un messaggio di
il plancton?)

http://webserv.gsfc.nasa.gov/metadot/index.pl?id’06&isa=wsitem&op=ow
http://www.smm.org/general_info/bhop/sciencebriefs.html

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *