danni collaterali globalizzazione


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Nel suo documentario intitolato "L'incubo di Darwin", Hubert Sauper mostra come la globalizzazione diventa l'ultimo stadio dell'evoluzione umana e come la legge del più forte, applicata al sistema economico e sociale, generi catastrofi ecologiche e umane.

Tanzania, riva del Lago Vittoria, in ritardo 50. E 'in questa regione che finora conservati occidentale decidono di introdurre il "pesce persico del Nilo", pesce popolare per i consumatori europei e giapponesi, ma si rivelerà essere un predatore temibile, trasformando uno dei più ricchi ecosistemi del mondo in una zona di morte. Questo predatore ha eliminato le specie di pesci 200 originariamente trovati nel lago Vittoria, lasciando acqua senza ossigeno e specie viventi. specie ittiche che alimentavano alghe sono gradualmente scomparsi, alghe accumulano, morire e provocare cadute livelli di ossigeno, mentre persico del Nilo casualmente nutrire i propri figli, per mancanza di altre risorse ... on-sfruttate dai pescatori in numero crescente -in 1970, barche 4.000 15.000 riportati tonnellate di pesce, in 1980 loro numero è salito a 6.000 e 100.000 pesca ha prodotto tonnellate di pesce-, il persico del Nilo in pochi decenni, ha trasformato un vecchio lago 500 000 in acque eutrofiche.
In Mwanza, cittadina sul fiume del lago Vittoria tra il 500 e 1000 tonnellate di pesce che arrivano ogni giorno nelle fabbriche e poi trasportato in Europa da parte di aerei cargo russo. Ma gli aerei non portano il pesce: arrivano in Africa carica di armi vendute dagli europei ai protagonisti della guerriglia che affliggono la regione -Rwanda, Congo, Burundi ... - Sauper mostra il balletto incessante di questi aerei, alcuni di loro - come il cinismo - portano aiuti umanitari nei campi profughi delle Nazioni Unite mentre portano loro le armi che li uccideranno. Senza essere totalmente ignorati, innumerevoli guerre sono spesso definite "conflitti tribali", come quelli del Ruanda e del Burundi. Le cause nascoste di tali problemi sono, nella maggior parte dei casi, gli interessi imperialistici in risorse naturali ", dice l'autore, che ha fatto un precedente 1998 pellicola sul Ruanda.

Il capitalismo ha vinto "

Parallelamente a questo spettacolo fatale, il regista mostra l'arrivo di una delegazione della Commissione europea, venuto a congratularsi, con gli industriali locali, del successo economico del posatoio del Nilo. 34 milioni di euro sono stati pagati dall'Europa per sviluppare questo settore, la cui produzione è destinata solo ai consumatori occidentali (tonnellate 2267 in 2004 solo per il mercato francese). La popolazione che sopravvive vicino al lago nutre solo rifiuti di pesce non idonei alla vendita. Poiché questa industria non ha distrutto la ricchezza ecologica della regione, ha anche fatto a pezzi il sistema economico e sociale locale, i pescatori locali esclusi dall'industria del persico del Nilo non avendo altri specie da pescare. L'eterna domanda su quale sia la migliore struttura sociale e politica per il mondo sembra essere stata risolta, dice l'autore. Il capitalismo ha vinto. Le società del futuro saranno governate da un sistema consumistico percepito come "civilizzato" e "buono". In senso darwiniano, il "sistema giusto" ha vinto. Ha vinto convincendo i suoi nemici o eliminandoli. Disoccupazione, famiglie distrutte, comunità frammentate: in questa implacabile dimostrazione del darwinismo biologico e sociale, Hubert Sauper mostra, senza sofferenza, le devastazioni del capitalismo sugli esseri umani. Prostituzione, alcolismo, prevalenza acuta dell'AIDS, bambini di strada che fiutano la plastica fusa di involucri di pesce ... la distruzione della vita locale è davvero un incubo darwiniano. Ho cercato di trasformare la storia del successo di un pesce e l'effimero "boom" intorno a questo animale "perfetto" in un'ironica e spaventosa allegoria del nuovo ordine mondiale, spiega Hubert Sauper. Ma la dimostrazione sarebbe la stessa in Sierra Leone e il pesce sarebbe diamanti, in Honduras sarebbero banane e in Iraq, Nigeria o Angola sarebbero petrolio greggio ".

L'incubo di Darwin (L'incubo di Darwin), pellicola Sauper è uscito nelle sale nel marzo 2 2005. Il film ha ricevuto riconoscimenti 8 nei festival internazionali, tra cui il prezzo Europea Cinema Festival Internazionale del Cinema di Venezia 2004.

Véronique SMEE


commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *