Il motore a idrogeno

Il motore "idrogeno"

gasolio comparativa idrogeno

Un abuso di linguaggio vuole che si chiami motore a idrogeno i motori basati su una cella a combustibile. Tuttavia, alcuni dettagli sono necessari:

1) Un motore termico convenzionale (ad accensione comandata) è in grado di bruciare idrogeno puro con poche modifiche per una migliore efficienza e affidabilità (materiali della camera, sedi e valvole, del pistone, adattamento dell'accensione, ecc. ...). La principale difficoltà risiede nello stoccaggio dell'idrogeno (gas 27 volte più leggero dell'aria e così piccolo da diffondersi nella maggior parte dei materiali)Questo tipo di motore potrebbe ovviamente essere chiamato un motore a idrogeno.

2) I motori ad "idrogeno" di cui si parla attualmente nei media sono infatti basati su una Fuel Cell (si vedano le pagine specifiche di questa tecnologia per maggiori informazioni) che "trasformerà" l'idrogeno (e aria) in elettricità e acqua (liquido o vapore).
Quindi c'è solo acqua liquida e vapore che usciranno dallo scarico.
L'ancora grande possibile confusione con il "motore ad acqua" (che ufficialmente non esiste) perché non è perché rifiutiamo l'acqua che è ciò che consumiamo. Un motore a benzina è chiamato motore a CO2? No di certo!

Leggi anche:  programma Civitas

3) L'idrogeno è solo un vettore energetico in nessun modo una fonte di energia (considerando che non stiamo parlando di fusione termonucleare ovviamente). Perché siccome non è (o è molto poco) presente sulla terra allo stato semplice, deve essere trasformato da altri elementi chimici, condizionato, trasportato e immagazzinato. Tutte queste fasi consumano energia che ovviamente deve essere presa in considerazione nelle prestazioni e nelle emissioni di una tecnologia o dell'altra. Questo è esattamente ciò che ha fatto un team del MIT.
I risultati purtroppo (per i suoi difensori ...) non sono favorevoli alla fuel cell.

gasolio comparativa idrogeno

Questo estratto di Science & Avenir proviene da uno studio condotto dal MIT e mette a confronto, nel 2020, le diverse tecnologie di propulsione utilizzate:

- Benzina
- Benzina ibrida
- Diesel
- Diesel ibrido
- Idrogeno con reformer fisso
- Idrogeno con reformer a bordo

L'autore presenta l'impatto ambientale per ciascuna di queste tecnologie: consumo di energia per chilometro percorso (in Mj / km) ed emissioni di CO2 (in grammi di carbonio / km).

Leggi anche:  La macchina aerea, rapporto investigativo. Ulteriori indagini

Ne deduce che dal punto di vista ambientale, l'ibrido diesel può competere fortemente con l'auto a celle a combustibile (più econologico in tutti i casi rispetto a una pompa di calore con reformer a bordo). Dal punto di vista economico ci sono buone possibilità che l'ibrido diesel sia molto più economico dei veicoli con pompa di calore (soprattutto con reformer di bordo). L'ibrido diesel è quindi il veicolo più ecologico attualmente disponibile.

Tanto più che il costo e lo sviluppo tecnologico degli ibridi diesel sono già sviluppati, il che è ben lungi dall'essere il caso delle pompe di calore! Sono solo nozioni macroeconomiche che ne ostacolano il lancio sul mercato.

I risultati:

gasolio comparativa idrogeno

Clicca sull'immagine per ingrandirla.

Leggi anche:  La BlueCar auto elettrica e BatSCaps

Questa pagina è un estratto da Science & Avenir 676 del giugno 2003. Il sito ufficiale

Le 7 modalità di produzione dell'idrogeno.

Ecco i 7 mezzi possibili per produrre idrogeno energetico:

  • Steam reforming di idrocarburi pesanti
  • Riforma di idrocarburi leggeri
  • gassificazione della biomassa
  • Gassificazione da carbonio ad acqua
  • termolisi
  • elettrolisi nucleare
  • elettrolisi rinnovabili

Per saperne di più

- Articolo dell'Industria e della Tecnologia
- la tecnologia a idrogeno
- L'idrogeno è idrogeno, un vettore energetico del futuro?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *