Nuovo motore a benzina: videoregistratore, motori con rapporto di compressione variabile

Introduzione ai motori con rapporto di compressione variabile: interesse e presentazione generale di Adrian CLENCI e Pierre PODEVIN. Università di Pitesti, Romania. Conservatorio nazionale delle arti e dei mestieri di Parigi, Francia

Introduzione

Una delle caratteristiche essenziali del motore automobilistico è l'ampio range di funzionamento in termini di velocità e carichi. Il "piede a terra" a pieno carico è raro, il motore viene utilizzato principalmente nei carichi parziali. L'efficienza massima del motore con accensione a scintilla, che è di circa il 30%, non supera il 10-15% a bassi carichi parziali. È quest'ultimo caso che si riscontra principalmente, dall'80 al 90% delle volte, nell'uso urbano del veicolo.

Per ovviare a questo deficit è necessario ricercare soluzioni costruttive che permettano di ottenere un significativo incremento di efficienza all'interno di questo intervallo operativo. Uno di questi consiste in una variazione del rapporto volumetrico di compressione al variare del volume della camera di combustione.

Leggi anche:  Download: OGM in Argentina, le devastazioni della Monsanto

Altro:
- un video di presentazione del MCE-5, motore rapporto di compressione variabile sviluppato in Francia
- MCE5, VRC-i montato su una Peugeot 407

Scarica il file (un abbonamento alla newsletter può essere richiesto): Nuovo motore a benzina: videoregistratore, motori con rapporto di compressione variabile

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *