Le celle a combustibile

progetto di cogenerazione Fuel Cell base

Progetto realizzato nel dicembre 2000 da C. Martz, C. Stefani e J. Vilquin. Questo è un piccolo confronto tecnico-economico della cogenerazione a bassa potenza basata su una cella a combustibile.

Introduzione: Panoramica delle celle a combustibile (PAC)

Una cella a combustibile è un generatore che converte direttamente l'energia interna di un combustibile in energia elettrica, utilizzando un processo elettrochimico controllato (invece di una reazione termica di combustione, il cui lavoro meccanico viene poi convertito in generazione di elettricità significative perdite meccaniche e termiche). Le rese teoriche attese sono molto elevate e i sottoprodotti molto poco inquinanti. Ciò che rende le pompe di calore le rende un'alternativa molto probabile al motore termico (benzina, diesel), per la maggior parte delle sue applicazioni.

Mette in gioco, senza mescolarli, un combustibile (idrogeno, metanolo, monossido di carbonio, ecc.) E un ossidante (generalmente ossigeno prelevato dall'aria). A seconda della potenza richiesta, è costituito da un numero maggiore o minore di gruppi di celle elementari, che comprendono una camera catodica (fornita con ossidante) e una camera anodica (alimentata con combustibile), separate da due elettrodi (quale canale elettroni) e un elettrolita intermedio, solido o liquido a seconda del tipo di batteria….
... di più nel rapporto completo

Leggi anche:  Incontro con un genio sconosciuto: Nikolas Tesla

Scarica lo studio

Testo integrale dello studio in francese (.pdf, 28 pagine, 1.1 Mo)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *