Inquinamento da onde elettromagnetiche

"Inquinamento" elettromagnetico.

LETTERA APERTA (Call of Pau, Francia, Settembre 5 2004)

Avviso alle radiazioni elettromagnetiche parassite trasmesse alle persone indicate nella petizione che accompagna questa lettera aperta
in modo che nessuno ignora

Di CRI-VIE: Coordinamento per la ricerca e l'informazione sulla salute

Trenta anni di ricerca biofisica possono essere così riassunti:
- I campi elettromagnetici dirigono l'attività delle molecole biologiche.
- I campi elettromagnetici parassiti interferiscono con la salute.
- I campi elettromagnetici biocompatibili mantengono la salute.

I - I pericoli di inquinamento elettromagnetico sono scientificamente provati

Il nostro pianeta è invaso dalla radiazione elettromagnetica parassita (PEMR) prodotta dalla moderna tecnologia: linee ad alta tensione, televisione, satelliti digitali (più di 3 hanno ruotato intorno alla terra dal 500), schermi di computer, telefoni cellulari (altro di 1982 miliardi di utenti), antenne relè, TGV, radar, console per videogiochi e giocattoli elettronici per bambini ...
Lo spettro di frequenze di queste emissioni elettromagnetiche è molto ampio poiché si estende dalle microonde alle frequenze estremamente basse prossime allo zero. Questo spettro di frequenze interferisce quindi con le emissioni elettromagnetiche specifiche di tutti gli organismi viventi, la flora, la fauna e gli esseri umani (onde cerebrali di attività alfa, onde di cellule cardiache e muscolari in particolare).
Per loro informazione, i consumatori hanno solo l'ultimo rapporto della nuova Agenzia francese per la sicurezza e la salute ambientale (Afsse) prodotto da un team di esperti che lavorano da vicino o da lontano - come quelli dell'OMS - per operatori telefonici e persino partecipare a campagne pubblicitarie per loro. Questi rapporti ufficiali “rassicuranti” sono in realtà solo una raccolta dei risultati di studi pubblicati in precedenza e finanziati principalmente dai produttori e che prendono in considerazione solo il rischio termico. Tuttavia, il rischio termico non è il più pericoloso, tutt'altro. Il pericolo risiede nelle microonde e nelle armoniche ultra basse le cui frequenze disturbano le frequenze biologiche delle cellule viventi a intensità estremamente basse.
I veri rischi biologici non termici del REMP indotti dalle moderne telecomunicazioni, la cui esposizione è combinata con quella di altri dispositivi elettrici, sono semplicemente ignorati nelle relazioni ufficiali; il notevole sviluppo delle malattie della civiltà, il fallimento della politica di sanità pubblica, i rischi potenziali a lungo termine non sono nemmeno affrontati.
Numerosi studi scientifici indipendenti riportano l'aumentata permeabilizzazione della barriera emato-encefalica con formazione di micro edemi e tendenza alla meningite (la cui frequenza è aumentata costantemente dagli anni di 15); diminuzione della proliferazione neuronale (ritardo scolastico, difficoltà di apprendimento); la diminuzione dei livelli di anticorpi IgG, la riduzione del cortisolo, corticosterone e la melatonina (che non è più esercita le sue azioni anti-cancro al di là 2milliGauss = 2mG); aumento della produzione di ormoni dello stress (ACTH); la proliferazione cellulare micronuclei (fase pre-cancerose), l'attivazione di almeno tre principali (HSP70) meccanismi oncogenici a DNA e proteine ​​da stress sovrapproduzione coinvolti nello stress ossidativo, genesi dei tumori (la cui frequenza aumenta inevitabilmente senza miglioramento della prognosi), anche la preoccupante evoluzione di nuove malattie da parte di mutazioni genetiche (vedi riferimenti scientifici allegati).

Leggi anche:  PlasmHyRad combustione assistita al plasma e idrogeno Radicali

II - Esistono protezioni efficaci e altre no

La mancanza di diffusione delle informazioni al pubblico circa la REMP e protezione, e la mancanza di legislazione in questo settore, espongono i consumatori a pratiche abusive di rivenditori che distribuiscono protezioni inefficaci o non ha prova della loro efficacia. Il risultato di questa carenza dei media e dell'incertezza scientifica è un grave fallimento delle istituzioni nei confronti del loro dovere di protezione civile e mantenimento della salute pubblica.

III - I diritti del consumatore sono calpestati

Il diritto legittimo a informazioni "chiare, corrette e appropriate" viene quindi violato per il consumatore. Da parte loro, le compagnie di assicurazione - ovviamente ben informate - hanno aggiunto dal 1 ° gennaio 2003 una clausola di esclusione esplicita nelle polizze di copertura della responsabilità civile riguardante "eventuali danni, o conseguenze di danni derivanti dalla produzione di tutti i dispositivi. o apparecchiature, campi elettrici o magnetici, o radiazioni elettromagnetiche… ”(L'intensità dei campi magnetici di questi dispositivi è compresa tra 2 mG e 20 mG, cioè ben oltre gli altissimi standard di sicurezza attuali).
È vero che la direttiva UE 25 July 1985 relativa al diritto al consumo, che ha più volte fatto affidamento sulla giustizia francese da 2002 per condannare i produttori di vaccini e droghe, "afferma che un prodotto è difettoso quando non offre la sicurezza si può legittimamente aspettarsi ". Questo è il caso di computer, telefoni cellulari, antenne a relè e tutti i dispositivi che producono REMP che hanno tutti almeno un "difetto nascosto".
Paradossalmente, il datore di lavoro sarebbe l'unico a dover "effettuare un'analisi dei rischi professionali e delle condizioni di lavoro per tutte le stazioni con un display" e quindi "adottare tutte le misure necessarie per porre rimedio ai rischi identificati. "(Vedi riferimento legale allegato1).
Come ha giustamente osservato Albert Schweitzer, "il normale comportamento umano si basa sull'anticipazione, con l'obiettivo di anticipare ed evitare i possibili rischi delle sue azioni". Purtroppo, dobbiamo riconoscere con lui che "l'umanità moderna ha perso la capacità di prevedere e anticipare!" Nella sua folle incoscienza, finirà per distruggere la Vita sulla Terra ”.
Spetta quindi alla comunità europea e ai nostri governi, debitamente informati, controllare la sicurezza di questi prodotti di consumo in completa indipendenza, per renderli biocompatibili con la vita sulla terra, il che è reso possibile da tecnologie la cui efficacia è stata scientificamente dimostrata e clinicamente - e in caso contrario, applicare il principio di precauzione. Lo Stato non può rifugiarsi indefinitamente dietro l'irresponsabilità come purtroppo è avvenuto in Francia nello scandalo del sangue contaminato o in quello dell'ormone della crescita in particolare.

Leggi anche:  Proprietà fisiche e chimiche dell'acqua

IV - Scopo della petizione che accompagna questa lettera aperta

Da questo giorno, nessuno tra i destinatari di questa lettera aperta può affermare di non essere stato "informato".
Pertanto chiediamo loro solennemente di riflettere nella loro anima e coscienza sulle conseguenze incalcolabili a breve, medio e lungo termine che potrebbero derivare dall'inattività e dalla mancanza di decisione.
Chiediamo che vengano implementati tutti i mezzi per ridurre al minimo l'inquinamento elettromagnetico e stabilire standard per definire la biocompatibilità delle sorgenti di radiazioni elettromagnetiche.
Infine, proponiamo che una cosiddetta legge sulla "biocompatibilità elettromagnetica" sia redatta e approvata sulla base dei seguenti articoli:

Articolo 1: Devono essere prese tutte le misure, scientifiche, tecniche o legali per proteggere i rischi per la salute pubblica associati ai dispositivi elettrici ed elettronici di propagazione della radiazione elettromagnetica (REMP).
Articolo 2: un'avvertenza sui rischi per la salute dovrebbe essere allegata a ciascun dispositivo e apparire su tutta la pubblicità. I dibattiti sulla salute dovrebbero essere aggiornati e resi disponibili all'utente.
Articolo 3: Dovrebbe essere sviluppato un nuovo standard di salute per proteggere dai bio-effetti non termici derivanti dall'esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici che vanno dalle microonde alle frequenze estremamente basse.
Articolo 4: Questo standard di biocompatibilità elettromagnetica dovrebbe essere basato sulla risposta biologica degli organismi viventi all'esposizione a breve, medio e lungo termine all'intero spettro di radiazioni dei dispositivi utilizzati dal pubblico.
Articolo 5: Qualsiasi tecnologia che dichiari di fornire protezione contro i campi elettromagnetici deve essere approvata in conformità con questo standard di biocompatibilità elettromagnetica.

Leggi anche:  il criptobiosi

"Dimenticare, ignoranza e disprezzo per i diritti umani sono le cause principali
disgrazie pubbliche e corruzione del governo. "
(Preambolo della Dichiarazione 1789 sui diritti umani)

Se sei d'accordo con il contenuto di questa lettera, fallo circolare con la sua petizione.

Dr. Alain Rose-Rosette e Dr. Marc Vercoutère, Master of Public Health (Illinois University)

Per ricevere i riferimenti scientifici e la petizione:
CRI-VIE: Coordinamento per la ricerca e l'informazione sulla salute
3bis, rue Henri Faisans. 64 000 Pau
Telefono: 05 59 02 73 20. Portatile: 06 61 55 34 73. E-mail: cry-life @ wanadoo.fr

Per maggiori informazioni:

Jean Pierre Lentin
Pagine 339 (3 settembre 2001) Albin Michel

Telefoni cellulari, computer, microonde, elettricità, magnetismo, quali sono i pericoli per la nostra salute? Ma anche quali sono i benefici effetti terapeutici delle onde elettromagnetiche utilizzate in modo benefico?

Commenti di econologia
Questo è il libro per rispondere alle tue domande sull'inquinamento elettromagnetico. È notevole notare il piccolo spazio dedicato ai telefoni cellulari e scoprire effetti terapeutici (opera di Priore ad esempio) che potrebbero sconvolgere il monopolio della biochimica dei farmaci e tutti gli effetti collaterali che conosciamo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *