PolyFuel: nuova membrana per celle a combustibile più economiche

L'azienda PolyFuel (California) ha sviluppato una membrana conduttiva basata su un polimero di idrocarburi in grado di portare a celle a combustibile a idrogeno - designate come il futuro
l'automobile "pulita": più economica ed efficiente. Le membrane a scambio protonico sono un componente chiave delle celle a combustibile. Attualmente, il materiale più utilizzato per la loro fabbricazione è un polimero perfluorurato molto costoso chiamato “Nafion”, sviluppato dall'azienda americana DuPont de Nemours (Delaware).

Secondo i dirigenti di PolyFuel, un metro quadrato della nuova membrana sarebbe la metà del costo e potrebbe generare una corrente di oltre 7 kilowatt rispetto ai 6,5 del Nafion.

Inoltre, il sistema funzionerebbe a temperature più elevate; un vantaggio non trascurabile perché dissipare il calore prodotto dalle celle a combustibile è tanto meno facile quanto la differenza di temperatura con l'aria ambiente è bassa. L'azienda californiana afferma, tuttavia, di non aver ancora raggiunto la fase di prodotto commercializzabile che spera presto. Altri sono interessati anche alle membrane di idrocarburi, in particolare la casa automobilistica giapponese Honda.

Leggi anche:  Giornata internazionale dell'opposizione agli OGM

NYT 05/10/04 (Innovazione per la membrana delle celle a combustibile)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *