potenziale petrolier nel Queen Charlotte bacino

Il Dipartimento di Scienze della Terra e dell'Oceano dell'Università di Victoria (UVic) ha appena pubblicato uno studio sulla potenziale presenza di gas naturale e petrolio nel bacino della Queen Charlotte, al largo della British Columbia .

 È stata condotta un'indagine dettagliata sul sistema petrolifero di quest'area geografica nel tentativo di migliorare le informazioni scientifiche disponibili sulle riserve di gas e petrolio offshore della Columbia Britannica. Utilizzando programmi avanzati di modellazione computerizzata, sono state analizzate le informazioni geofisiche, geologiche e geochimiche esistenti per identificare meglio i fattori che influenzano la formazione e l'accumulo di idrocarburi.

I ricercatori hanno concluso che le condizioni necessarie per la formazione di gas naturale e petrolio erano soddisfatte nel Queen Charlotte Basin. Secondo il dottor Michael Whiticar, professore di biogeochimica presso UVic, la delimitazione delle aree con potenziale petrolifero consentirà a diversi gruppi di affinare la loro valutazione economica e ambientale e di indirizzare meglio le loro attività.

Leggi anche:  Brevetti BMW sull'iniezione d'acqua: analisi

Questo studio è stato finanziato nell'ambito del programma di ricerca "Coast Under Stress" - che affronta gli impatti della ristrutturazione ambientale, sociale ed economica sulle comunità costiere - e del ministro dell'Energia e delle miniere della Columbia Britannica.

Contatti:
- Dr. Michael Whiticar (Scuola di scienze della terra e dell'oceano) -
whiticar@uvic.ca
- Steve Simons (BC Offshore Oil and Gas Team, Ministero dell'Energia e delle Miniere)
-
steven.simons@gems7.gov.bc.ca
- Maria Lironi (UVic Communications) - lironim@uvic.ca
Fonti: Comunicato stampa dell'Università di Victoria, 18 / 11 / 2004
Editor: Delphine Dupre, VANCOUVER,
attache-scientifique@consulfrance-vancouver.org

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *