Sintesi di bioelettronica

R. Cannenpasse-Riffard e JM. Danze
Col. Resurgence - 352 pagine

bio

Riassunto
La bioelettronica è stata progettata nel 1948 dall'ingegnere Louis-Claude Vincent. Grazie a 3 parametri misurati ciascuno su sangue, saliva e urina, quantifica lo stato di salute e definito da dati fisici e chimici oggettivabili, la nozione di "terreno". Questi sono pH, rH2 e r. Da allora, la bioelettronica ha acquisito notorietà. I produttori lo utilizzano come punto di riferimento per la qualità dei loro prodotti (birre, succhi di frutta, cosmetici, ecc.) Si è affermato con successo in alcune istituzioni sanitarie. La NASA lo ha utilizzato per monitorare la salute degli astronauti ...

Oggi la medicina avanzata, per l'importanza che attribuisce ai radicali liberi, allo "stress ossidativo", espresso dall'rH2 nelle cosiddette patologie della civiltà (cancro, malattie cardiovascolari, allergie, ecc.) conferma solo il genio di Vincent. Pratico ed educativo, questo libro è accessibile sia al professionista nella pratica medica, sia al paziente nella sua vita quotidiana.

Leggi anche:  Telefoni cellulari, pericolo? Tutte le cavie?

Commenti di econologia
Un aspetto ancora troppo ignorato della medicina pubblica generale che e potrebbe essere di grande aiuto nella diagnosi… Perché questo metodo non viene insegnato ai nostri futuri medici?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *