Principali risultati del motore pantone

Come funziona il processo e quali sono i risultati principali?

Il principio di funzionamento

Il principio di funzionamento è semplice: il calore solitamente disperso nei gas di scarico viene a “pretrattare” i gas in ingresso in modo da rompere le molecole di idrocarburi in molecole più piccole. Ciò si traduce quindi in una migliore combustione nel motore e quindi in un controllo dell'inquinamento molto elevato. In effeti; più leggero è il carburante, più facile è bruciarlo e quindi migliore è il controllo dell'inquinamento. Ad esempio, fino a oltre il 90% sulle particelle incombuste.

Ecco il riassunto del mio progetto di laurea:

Il processo P.Pantone è un processo per riformare i vapori di idrocarburi e l'acqua prima dell'iniezione nella camera di combustione. Questo processo recupera in uno scambiatore, il calore dei gas di scarico, interamente perso in un motore convenzionale, per trattare i gas di aspirazione circolanti in uno spazio anulare.
Il vantaggio principale di questo processo è un forte disinquinamento, infatti la reazione rompe le molecole di idrocarburi in molecole più piccole per ottenere un gas più volatile, la cui combustione è più facile e quindi più pulita. Lo scopo di questo progetto è quello di effettuare una prima caratterizzazione del processo progettando un banco di prova che consentirà di quantificare le prestazioni del sistema. La parte teorica definisce le basi per spiegare il fenomeno di conversione che si verifica nel reattore con l'ausilio di reperti sperimentali o con un metodo del tutto teorico.
Secondo i promettenti risultati osservati nel disinquinamento e il suo relativamente facile adattamento a qualsiasi sistema che brucia idrocarburi, speriamo che uno studio complementare continui la comprensione del processo per migliorarlo in vista dell'industrializzazione. Ciò contribuirebbe notevolmente al disinquinamento dei combustibili fossili, in questo senso eliminerebbe il loro principale inconveniente: la combustione inquinante.

Leggi anche:  Download: Mappa del motore pantone per Citroen 2CV

I risultati nella modifica del pantone 100%

Il risultato principale è quindi il disinquinamento dei gas di scarico. La grande innovazione del sistema è il fatto di agire "prima" della combustione, mentre si pongono le attuali scelte dei costruttori solo durante e dopo la combustione. "Durante", ovvero mediante un controllo sempre maggiore (mediante elettronizzazione avanzata) dell'iniezione di carburante, della forma delle camere di combustione ... "Dopo", ovvero mediante disinquinamento dei gas scarico tramite convertitori catalitici e altri dispositivi atti a "purificare" i gas inquinati, questi dispositivi richiedono generalmente materiali e processi complessi. Quindi, invece di ripulire i motori a valle, non sarebbe più intelligente agire a monte per farlo non creare questo inquinamento ? Il processo che ho studiato è una tale soluzione che agisce a monte e quindi impedisce, almeno in parte, la creazione di questo inquinamento.

Doping dell'acqua: motore Gillier-Pantone o GP

Esiste una variante con l'assemblaggio 100% pantone: è l'assemblaggio Gillier Pantone che consiste nel non passare solo acqua nel reattore e miscelare la corrente in uscita dal reattore con l'aria di aspirazione del motore. È quindi un drogaggio dell'acqua. Questo processo è stato testato per la prima volta nel 1 da un agricoltore della Francia centrale: il signor Gillier, da cui il nome "Gillier-Pantone" o motore GP. Questo assemblaggio è particolarmente efficace sui motori Diesel che mostrano una riduzione sistematica dei consumi di almeno il 2001% nell'uso corrente. Anche il fumo nero è notevolmente ridotto (20% misurato sullo ZX-TD di un amico) e i motori “vibrano” meno, caratteristica di una migliore combustione.
Alcuni agricoltori hanno messo questo principio sui loro trattori e ce n'erano riduzioni dei consumi fino al 60%. Una media tra il 30 e il 40% è comunemente accettata. Questi risultati devono tuttavia essere presi con cautela: per quanto ne so, nessun passaggio al banco prova di potenza potrebbe confermare scientificamente questa riduzione dei consumi.

Leggi anche:  Allegati al rapporto sul motore Pantone

Tuttavia, ci sono sempre più trattori modificati e macchine industriali, e non c'è niente di più pragmatico di un agricoltore o di un imprenditore ...

Ecco l'esperienza di a motore drogato con acqua da un municipio.

Conclusioni

Non spetterebbe alle istituzioni governative interessarsi seriamente di questa tecnologia al fine di preservare l'ambiente e le risorse?

I nostri media e politici ci picchiano con catastrofismi, picchi di inquinamento ed effetto serra ... e contro i picchi di inquinamento, i politici offrono soluzioni "patch" (1 giorno senza auto all'anno, traffico alternato, tasse nei centri urbano ...) senza mai affrontare, o quasi, la vera fonte del problema: la combustione fossile inquinante.

Tuttavia, come visto sopra, il processo di doping con l'acqua, sviluppato su scala industriale, consentirebbe senza dubbio di ridurre notevolmente l'inquinamento locale nei centri urbani.

Più in generale si parla molto dell'effetto serra, i libri che trattano l'argomento sono innumerevoli… Ma quanti sono coinvolti nel tentativo di risolvere davvero il problema? Quanti propongono e applicano soluzioni reali mirate ridurre il consumo di energia fossile, fonti dell'effetto serra? Ad esempio, i notevoli sforzi del produttore per realizzare motori più efficienti in termini di consumo di carburante vengono cancellati da una massa e dall'attrezzatura del veicolo sempre più consumatrici di energia! Per non parlare dell'aumento "rapidissimo" del parco automobilistico mondiale ... Tuttavia, l'aumento del doping dell'acqua potrebbe forse mirare a ridurre questo consumo di fossili, o almeno a utilizzare il petrolio in modo più razionale.

Leggi anche:  FAQ motore pantone, presentazione

Infine, crediamo che l'inerzia della nostra società, compreso i pilastri finanziari fanno affidamento sui combustibili fossili tassato leggermente dagli stati di tutto il mondo, è immenso! Lo abbiamo visto nel 2004: un calo del consumo di carburante dell'1% porta a una perdita netta per lo Stato francese di 1 miliardo di euro… il blocco delle innovazioni econologiche viene forse da… molto semplicemente.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *