catturando castori progetto CO2


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Il più grande progetto al mondo per catturare l'anidride carbonica

Parole chiave: Castor, CO2, il sequestro, la cattura, la cattura, la cattura, la riduzione, ottimizzazione, propria fabbrica, serra, lotta

Per saperne di più:
- carta sulla cattura CO2
- Projet Castor d’enfouissement sur les forums: débats, idées, viabilité économique?

il programma più grande al mondo per catturare l'anidride carbonica, il progetto CASTOR, realizzato con fondi stanziati dall'UE nell'ambito del Sesto programma quadro (6e PC), è stato inaugurato nel marzo 15 Central Elsam di carbone nei pressi di Esbjerg (Danimarca). Questo progetto è una prova su larga scala per esaminare come modificare emissioni dalle centrali elettriche per l'eliminazione dell'anidride carbonica, un gas serra.


Centrale Elsam di carbone nei pressi di Esbjerg (Credit Elsam)

30 che riunisce partner provenienti da industria, ricerca e mondo accademico 11 dei paesi europei, lo scopo del progetto è quello di sviluppare un modello atto a consentire un calo del 10% delle emissioni di anidride carbonica, che avrebbe 30% delle emissioni totali della centrale dell'Unione europea.



L'UE deve ridurre drasticamente le emissioni di anidride carbonica se vuole raggiungere gli obiettivi fissati inizialmente dal Protocollo di Kyoto e l'accordo di Lisbona ha rafforzato. Gli obiettivi di Lisbona richiedono una riduzione 30 50% delle emissioni di anidride carbonica rispetto al livello del 2020 1990, il calo dovrebbe raggiungere a 60 80 2050% da.

"La Commissione europea è impegnata in un futuro a basse emissioni di carbonio. Poiché la politica di ricerca di oggi è la politica energetica di domani, progetti come CASTOR rappresentano un contributo molto importante. Attraverso lo sviluppo di tecnologie di cattura e stoccaggio del carbonio, siamo in grado di ridurre le emissioni a medio termine mentre ci spostiamo verso un uso su larga scala di energia rinnovabile senza emissioni di carbonio ", ha dichiarato Janez Potocnik, Commissario europeo responsabile di scienza e ricerca.

Il sistema CASTOR non è semplicemente per deviare il gas di scarico in un sacchetto. tecnologia di cattura del carbonio utilizza un solvente per separare il biossido di carbonio dal gas di scarico; anidride carbonica è incorporato in un anello di calcio per dare carbonato di calcio (calcare). gas residui poi passano attraverso uno speciale solida che permette adsorbimento del restante CO2. L'anidride carbonica viene poi rilasciato sotto forma di calcare o sotto forma di gas di biossido di carbonio per uno smaltimento geologico.

Lo scorso anno, il commissario europeo per l'energia Andris Piebalgs ha posto le prestazioni energetiche e la cattura del carbonio in cima alla sua agenda per il Settimo programma quadro per la ricerca. "Personalmente, non ho alcun dubbio che, in combinazione con l'uso crescente di energia rinnovabile, i combustibili fossili rimarranno la spina dorsale della produzione energetica globale per il prossimo futuro. Considerati gli impegni presi a Kyoto per il presente e il futuro, lo sviluppo di tecnologie di acquisizione e archiviazione commercialmente valide per CO2 dovrebbe essere un obiettivo collettivo ", ha affermato in un discorso alla conferenza 2005 di aprile. per l'acquisizione e l'archiviazione di CO2.

Circa 85% del fabbisogno energetico dell'Europa sono attualmente forniti da fonti fossili, che sono le fonti primarie di emissioni di anidride carbonica. Altre forme di energia sono troppo inefficienti o non sufficientemente avanzata per fornire la maggior parte dei nostri bisogni, anche se la Svezia ha recentemente annunciato la sua intenzione di eliminare i combustibili fossili dalla sua economia.

La prossima generazione di centrali a combustibile fossile utilizzerà speciali sistemi di "cracking" per separare il carbonio dal carburante, lasciando solo idrogeno e carbonio solido. L'idrogeno può quindi essere bruciato, in quanto è uno dei pochi combustibili praticamente a zero emissioni e produce solo acqua come sottoprodotto.


Il principio del programma di CASTOR

La Commissione europea spera che progetti come CASTOR, in combinazione con programmi sul carburante a base di idrogeno e progressi nelle energie rinnovabili, contribuiranno in modo significativo alla riduzione dei livelli di biossido di carbonio. L'obiettivo è acquisire "la tecnologia per una centrale elettrica a emissioni zero" e l'UE ha recentemente firmato con il governo cinese un memorandum d'intesa per esaminare più da vicino le possibilità di farlo.

Fonte: Comunità europea


commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *