Quale auto elettrica acquistare nel 2024? Confronto e TOP3 delle auto elettriche per prezzo e autonomia

Con 491 veicoli elettrici ricaricabili immatricolati nel 866, la Francia conta oggi più di un milione di questi veicoli in circolazione (Fonte: Articolo di Avere France del gennaio 2024) ! E si prevede che questo numero continuerà a crescere nei prossimi anni. Anzi, alcuni marchi hanno addirittura deciso di passare presto al 2026% elettrico, è ad esempio il caso di Lancia che non intende più commercializzare veicoli termici a partire dal 4. Quindi, sia che siate già convinti dell'elettrico, sia che siate più pragmatici, se hai intenzione di acquistare presto un veicolo, e più in particolare un'auto, è importante interessarti ai diversi modelli elettrici offerti o in arrivo sul mercato. Facciamo il punto sulle offerte sul mercato con 3 classifiche nella TOP 1 (+XNUMX): autonomia, entry-level, fascia media e fascia alta. Questo articolo è il risultato di un lavoro di analisi e sintesi indipendente e non è in alcun modo sponsorizzato da nessuno dei produttori.

Cosa devi sapere quando acquisti un’auto elettrica? Quali sono i parametri da tenere in considerazione?

Al di là dell'estetica, diversi parametri importanti va studiato per scegliere il veicolo adatto alle vostre esigenze. Innanzitutto è fondamentale determinare:

  • Chi e per cosa utilizza sarà questa macchina?
    • Questo può aiutarti a determinare il numero di luoghi e porte da scegliere come target.
  • Che cosa tipologie di viaggi sarà effettuato?
    • Per effettuare brevi spostamenti urbani giornalieri non avrai bisogno delle stesse capacità che per attraversare regolarmente mezza Francia
  • che cosa possibilità di ricarica sono a tua disposizione nella tua città o vicino a casa tua
    • Anche in questo caso l'autonomia necessaria può variare notevolmente da una situazione all'altra

Vediamo ora insieme, le diverse punti tecnici sapere di un'auto elettrica.

Alimentazione e autonomia della batteria

Questi primi due punti vanno di pari passo. In effetti, l'autonomia è direttamente collegata al potere e capacità della batteria, vale a dire la sua energia utilizzabile. La capacità, spesso espressa in kWh nel caso delle batterie dei veicoli elettrici, determina il numero di kW che la batteria può fornire in un'ora. Sono questi i dati che generalmente vengono forniti nelle specifiche tecniche. La potenza dell'auto elettrica è espressa in kW o CV e ricordiamo che un cavallo = 740 W = 0.74 kW. L'esempio seguente ti consentirà di padroneggiare meglio queste quantità:

Quindi un'auto (fittizia). 80 kW avrà una potenza di 108 CV. Se questa vettura consuma in media 12 kW (16 CV) e la sua batteria ha una capacità di 55 kWh, l'autonomia in ore di questa batteria da 55 kWh sarebbe 4h35. Se la velocità media è di 72 km/h allora la sua autonomia in km sarebbe di 330 km. Il suo consumo medio in Wh/km (vedi sotto) sarebbe quindi 167Wh/km

L'autonomia è il numero di km che un veicolo è in grado di percorrere tra due ricariche. Attenzione, anche in questo caso l'autonomia effettiva può variare in funzione di diversi parametri, in particolare:

  • le tipo di viaggio effettuato : in autostrada i consumi sono più alti per un'auto elettrica che in città (è il contrario di un'auto termica)
  • le stile di guida : attuare azioni eco-responsabili può aiutare a ridurre i consumi
  • la Tempo : con tempo molto freddo, l'autonomia può diminuire notevolmente. Innanzitutto a causa della chimica della batteria, ma soprattutto a causa del riscaldamento, a seconda della velocità media (ingorghi) può diminuire dal 60 al 70%
  • età della batteria che perde (un po’) di capacità nel tempo

D'altronde l'autonomia annunciata dalle case automobilistiche si basa su test effettuati in condizioni ottimali. Pertanto, spesso è necessario ridurre la cifra annunciata dal 20 al 30% per ottenere la reale autonomia dell'auto. Ma questo vale anche con le auto termiche: pochi raggiungono i consumi “da catalogo”!

Ad esempio, un'auto con un'autonomia dichiarata di 700 km manterrà un'autonomia reale di circa 500 km, il che rimane confortevole. Mentre un'auto con un'autonomia annunciata di base che corrisponde a malapena alle vostre esigenze rischia di ritrovarsi con un'autonomia reale e penalizzante negli spostamenti. A volte è difficile immaginare una distanza calcolata in km, l'immagine qui sotto mostra la distanza dei viaggi che collegano alcune delle principali città francesi per permettervi una rappresentazione fisica delle diverse autonomie proposte nel resto dell'articolo:

Leggi anche:  carta sul motore elettrico (1 / 2)

Immagine che rappresenta la distanza tra diverse grandi città della Francia

Consumo in Wh/km

Anche questo è un punto relativamente importante da consultare. Non tutte le auto elettriche, infatti, consumano la stessa quantità di energia per km. Meno energia consuma la tua auto, più a lungo potrai utilizzarla prima di doverla ricaricare. Il consumo di un elettrico è generalmente tra 150 e 170 Wh/km. Naturalmente questi valori non valgono nel caso dei veicoli elettrici che, a causa del loro peso, consumano molta più energia. Ma per un’auto d’epoca, il consumo inferiore a 150 Wh/km può essere considerato ragionevole o addirittura basso e, al contrario, oltre i 180 Wh/km il consumo deve essere considerato piuttosto elevato.

Il vantaggio di un'auto elettrica è che da ferma non consuma quasi nulla e la città è il suo parco giochi preferito perché lo fa recupera l'energia di frenata. Ciò aumenta notevolmente le sue prestazioni rispetto alla sorella maggiore, l'auto termica, che è completamente incapace di riempire il serbatoio durante la frenata!

La particolarità della ricarica di un'auto elettrica: ci vuole più tempo che fare il pieno!

Le tempo di ricarica di un veicolo elettrico può essere lungo. Ecco perché è fondamentale studiare questo fattore quando si sceglie il proprio modello. Diamo un'occhiata alle diverse opzioni di ricarica a tua disposizione:

  • Sur presa a muro domestica (2.3 kW)
    • Sebbene possibile, questa opzione non è consigliata!
    • Porta a tempi di ricarica molto lunghi (almeno una notte fino a più di un giorno per una ricarica completa)
    • I tempi di ricarica lenti riportati nelle tabelle di questo articolo si riferiscono a ricariche di questo tipo.
    • Questo è un metodo che dovrebbe essere riservato a situazioni eccezionali in cui non si ha accesso a nessun altro mezzo di carico.
    • Il vantaggio è che si può fare a casa, senza grandi costi o vincoli (nessun abbonamento, nessun terminale libero da reperire, ecc.)
  • Sur scatola a muro dedicata (7.4 kW)
    • Puoi avere questo tipo di scatola installata a casa
    • Occorre però prevedere un investimento compreso tra 1200 e 2500€ comprensivo di acquisto e installazione
    • D'altra parte, esistono diversi connettori per i veicoli elettrici, quindi una Wallbox non sarà compatibile con tutti i modelli di auto elettriche
    • Questo è quindi un punto a cui bisogna prestare attenzione se in casa avete più auto elettriche per evitare di dover installare più box
  • Su a stazione di ricarica rapida (100kW o più, fino a 350 kW) che si possono trovare:
    • In alcuni distributori di benzina autostradali
    • In molti parcheggi pubblici
    • Vicino ai centri commerciali
    • Negli spazi offerti da alcune concessionarie di automobili
    • Avrai capito, se abiti in città, sarà piuttosto facile trovarlo,
      in campagna forse meno e dovrai quindi pianificare di conseguenza l'autonomia se non vuoi investire in una wallbox

Il prezzo di una nuova auto elettrica

Infine, come per qualsiasi acquisto, dovrai allineare le tue esigenze al tuo budget. La buona notizia è che l’elettrico sta gradualmente diventando sempre più popolare. Di seguito troverai le nostre migliori auto “entry level”, che offrono questo prezzo inferiore o uguale a € 25 il che è piuttosto ragionevole per un veicolo nuovo.

Sono invece previsti alcuni aiuti per l’acquisto di un’auto elettrica. È il caso ad esempio del bonus ecologico che è stato rinnovato nel 2024, anche se il suo importo è stato rivisto al ribasso e i criteri di assegnazione modificati. Per beneficiarne:

  • Il veicolo acquistato deve essere nuovo e immatricolato per la prima volta in Francia
  • L’importo dell’aiuto è ora fissato a 4 euro
  • Gli acquirenti il ​​cui reddito fiscale è inferiore a 15 euro potranno beneficiare di un importo aggiuntivo di 400 euro
  • Il veicolo acquistato deve essere stato assemblato in Europa e il suo prezzo non deve superare i 47 €
  • L'elenco dei veicoli interessati dal bonus ecologico è disponibile sul sito Sito web dell'Ademe

Ora che hai in mano alcune informazioni essenziali per fare la tua scelta, abbiamo selezionato i modelli che ci sembrano più efficienti attualmente sul mercato in diverse categorie di prezzo.

Le nostre migliori 3+1 batterie a lunga durata

L’autonomia è un po’ come il Santo Graal nel campo della mobilità elettrica. Poche persone risponderanno che non vogliono inquinare di meno. E a condizione che miglioriamo le condizioni di produzione, continuiamo gli sforzi per rendere l’elettricità il più verde possibile e investiamo in fabbriche per il riciclaggio delle batterie usate, le auto elettriche potrebbero contribuire a ridurre le emissioni di CO2. Tuttavia, quando si apre il dibattito, una delle preoccupazioni che emerge più spesso riguarda l’autonomia.

Non è facile, infatti, accettare di scambiare le nostre attuali auto, alle quali bastano pochi minuti per fare il pieno e partire per diverse centinaia di km, contro una soluzione che restringe la durata del viaggio possibile, o che richiede diverse ore per ogni ricarica. Buone notizie, perché su questo fronte si stanno facendo progressi, con prezzi che a volte restano ragionevoli! Questo è quello che volevamo mostrare con questo primo top:

Le 4 migliori auto elettriche con la migliore autonomia a seconda del prezzo

In primo luogo, il Peugeot e-3008 nella sua versione a lunga autonomia : 700km visualizzati resi possibili da una batteria da 98kWh. Le sue capacità tecniche si avvicinano alle migliori attuali e ci permettono di sperare in un'autonomia reale di oltre 525 km in qualunque condizione. Abbastanza per attraversare la Francia con una sola ricarica da fare. Alcune elettriche fanno anche meglio... ma ciò che colloca la e-3008 in cima alla classifica è anche il suo prezzo di 56 euro che la rende un'auto di fascia medio-alta. Nonostante si tratti di un'opzione economica, il prezzo rimane ragionevole se paragonato ad altri modelli con la stessa autonomia.

Troviamo in classifica anche il Renault Scénic lunga autonomia, E Tesla Model 3 anche nella versione a lunga autonomia. Due vetture che si collocano anch'esse nella stessa fascia di prezzo pur offrendo ottime prestazioni in termini di autonomia. La Tesla Model 3 offre anche maggiori capacità di potenza del motore, il che può anche essere un argomento a suo favore. La Renault Scénic si distingue per l'ammissibilità al bonus ecologico, un buon punto soprattutto perché è l'unico modello idoneo in questa prima classifica.

Infine, volevamo citare anche come bonus il Oceano di Fisker. Il suo nome non ti è noto? Questo è normale, il modello è piuttosto recente e non è ancora presente abbastanza spesso. Questo è il motivo per cui non è riuscito a figurare in classifica anche se in termini di capacità tecniche e rapporto autonomia/prezzo supera facilmente i 3 modelli offerti. Purtroppo è possibile acquistarlo attualmente solo in due punti vendita (a Buc negli Yvelines, o a Tolosa nell'Alta Garonna). Allo stesso modo, la sua rete di stazioni di ricarica non è ancora molto estesa (si può comunque ricaricare a casa o presso terminali pubblici) e l'applicazione di bordo presenta ancora alcuni inconvenienti che dovrebbero essere risolti nel corso degli aggiornamenti. Pericoli dovuti al suo recente arrivo in territorio francese, ma che non gli impediscono di essere un modello da tenere d'occhio, soprattutto perché il suo prezzo sorprendentemente ragionevole (43 euro) potrebbe invogliare alcuni di loro a provare i beta tester.

La nostra Top 3+1 delle auto elettriche entry-level

I veicoli del nostro primo top sono sicuramente efficienti in termini di autonomia, ma il loro prezzo non è adatto a tutte le tasche. Quindi, in questo secondo top, ci concentriamo sui veicoli entry-level il cui prezzo non supera i 25 euro.

TOP 4 auto elettriche con la migliore autonomia per un prezzo inferiore o uguale a 25 euroAl primo posto in questo top troviamo il Fiat 500 euro, con una batteria annunciata da 42 kWh per 320 km, che resta comoda per gli spostamenti quotidiani vicino casa (ad esempio per andare al lavoro). Le caratteristiche tecniche sono molto simili per il nuovissimo Citroen ë-C3 che avrebbe potuto addirittura occupare il primo posto se fosse stato un po’ meno recente. Infatti, è attualmente disponibile per il preordine, con consegna nel 2024, il che potrebbe essere adatto alla maggior parte dei pazienti.

Leggi anche:  Il Motor Show di Parigi del 2004

Al terzo posto il Twingo e-tech il che non è indegno con i suoi 270 km di autonomia annunciati per una batteria da 60 kWh. E dalla Renault dovrebbe presto apparire un'altra piccola elettrica a prezzi accessibili: la Renault 5, il cui prezzo è annunciato inferiore a 25 euro per un'autonomia di 000 km! Quindi, se il vostro piano di acquisto non è urgente, potrebbe valere la pena tenere d'occhio questo modello che promette maggiore autonomia rispetto ad altri modelli della sua fascia di prezzo e dovrebbe essere commercializzato tra la fine del 400 e l'inizio del 2024.

I nostri 3+1 migliori prodotti di fascia media

Per quanto riguarda il top di gamma media, è importante notare che molti dei veicoli offerti nel top di gamma “lungo raggio” potrebbero essere apparsi anche lì. Tuttavia, abbiamo scelto di presentarvi qui diversi modelli per supportare la nostra proposta di veicoli con un buon rapporto gamma/prezzo.

TOP 4 auto elettriche di fascia media in Francia

Quindi eccolo qui BYD Sigillo RWD che occupa il primo posto. Con un piccolo inconveniente però relativo alla sua origine che non suggerisce una forte preoccupazione per l'ecologia durante la sua costruzione. È seguito da vicino da EQA Mercedes e i suoi 560 km di autonomia annunciati. Questo secondo modello della nostra classifica ha anche un vantaggio importante, poiché è l'unico di questa top a poter beneficiare del bonus ecologico con il suo prezzo di 46 euro e la sua produzione che può essere effettuata in Germania.

La IONIQ 6 RWD di Hyundai si piazza al terzo posto con una batteria da 77.5 kWh che le consente un'autonomia di 614km ad un prezzo però leggermente superiore rispetto ai due modelli precedenti. Da notare che il marchio sudcoreano Hyundai è tra i più affidabili sul mercato della mobilità elettrica.

Infine, nonostante non sia ancora stato rilasciato, non potevamo non citare il DS 8 dell'omonimo marchio. 98 kWh per 700km annunciati, ottime prestazioni che potrebbero portarla ai vertici della classifica una volta sul mercato.

Le nostre 3 migliori auto elettriche di fascia alta

Infine, per alcuni di voi, forse l'automobile significa prestazioni tecniche e alta velocità. Se questo è il caso, quest'ultimo top fa al caso tuo poiché si concentra su veicoli di fascia alta o molto alta.

TOP 3 auto elettriche di fascia alta in Francia nel 2024

In questo top non c'è una grande sorpresa Tesla vince il primo posto. il Modello S a lungo raggio, dotata di un motore da 670 CV, annuncia inoltre un'autonomia ideale di 840 km per 100 kWh di batteria (consumo medio: 119 Wh/km). È seguito molto da vicino dal modello Sogno dall'Aria Lucida offrendo 836 km di autonomia, ad un prezzo più alto visti i 1080 CV del motore.

Infine, è un modello da Mercedes Benz, l'EQS 580 4MATIC che si piazza al terzo posto in questo top con 783 km annunciati. Inutile dire che, visto il prezzo di questi tre modelli, dal vostro acquisto non potrete però detrarre alcun bonus ecologico.

Conclusione sulle auto elettriche disponibili in Francia all'inizio del 2024

Stiamo giungendo alla fine dell'articolo e speriamo che i diversi top proposti vi abbiano aiutato a vedere più chiaramente nel migliori modelli di auto elettriche attualmente sul mercato in Francia nel 2024.

Naturalmente questo è un settore in costante ricerca del miglioramento ed è probabile che i prossimi anni portino con sé nuovi modelli, ancora più efficienti. D'altra parte, anche se le nostre diverse classifiche non si basano esclusivamente sui modelli più ecologici, non esitate a integrare elementi come il luogo di produzione del veicolo e origine dei componenti che lo compongono. A questo proposito troverete qui a eco-valutazione globale dell’auto elettrica da parte di Ademe

Se infatti la mobilità sembra prendere una svolta quasi inevitabile a favore dell'elettricità, spetta al consumatore scegliere la parte da dare all'ecologia nel proprio acquisto. Come tutti i prodotti, alcuni modelli sono più vantaggiosi di altri, un punto preso in considerazione quest'anno ad esempio nel calcolo del bonus ecologico.

Per ottenere un feedback reale sull'uso quotidiano di un'auto elettrica, consigliamo vivamente la lettura di questo argomento: uso quotidiano della mia auto elettrica

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *