Riciclaggio carta, cartone e plastica

Riciclaggio dei rifiuti domestici

Negli anni a venire, la selezione selettiva dei nostri contenitori diventerà sempre più evidente. Ma questa nuova abitudine non è sempre facile da prendere perché non conosciamo bene i canali del riciclo e non abbiamo ancora imparato a riconoscere i diversi materiali che compongono la nostra spazzatura. Ti offriamo quindi una panoramica delle principali tecniche di riciclaggio dei rifiuti domestici e dei loro vantaggi.

Il cartone.

La carta-cartone raccolta viene sospesa in acqua per liberarla da impurità quali graffette, colla ecc. A volte subisce anche la disinchiostrazione e lo sbiancamento. Le fibre lunghe e le fibre corte vengono quindi separate perché non hanno le stesse proprietà. Infine, la polpa sospesa viene stirata su nastri trasportatori, essiccata e lavorata per la finitura.

Ogni trattamento riduce la qualità della fibra: Per la carta riciclata di qualità, in modo da avere una carta di qualità utilizzati, con l'aggiunta di nuove fibre. La proporzione di fibre riciclate e nuove fibre dipende dalla qualità e la destinazione del nuovo prodotto. Ad esempio, usato carta e cartone rappresenta in media 56% della materia prima per la carta da giornale e ondulata 86%.

Leggi anche:  Bio-metano in Africa: Video

Vantaggi di riciclaggio della carta e cartone:

  • Richiede meno operatività ed energia rispetto alla produzione di carta dal legno.
  • Evita l'incenerimento o il conferimento in discarica di gran parte dei rifiuti domestici (circa il 25% in peso).

plastica

Si prega di notare che solo le plastiche recanti i numeri 1 e 2 sono riciclabili per i privati. Le altre materie plastiche non vengono utilizzate a sufficienza nei prodotti di consumo quotidiano.

Sono principalmente le bottiglie ad essere riciclate perché rappresentano un grande flusso omogeneo di due grandi famiglie di plastiche (PET e HDPE). Le altre fonti sono poco sfruttate perché sono costituite da decine di tipi di plastica, in piccole quantità, spesso sporche, che non è economicamente rilevante da riciclare. Ecco i dettagli per PET e HDPE.

a) PET

Le bottiglie in PET sono riconoscibili dalla loro trasparenza e dal punto di saldatura che presentano sul lato inferiore. Sono spesso ridotti in fiocchi e venduti come materia prima. I PET trovano molte applicazioni nei tessuti (le famose felpe, imbottiture per sacchi a pelo, ecc.) O in altri (vasi di fiori, gadget, ecc.).

b) HDPE (PolyEthylènehautedensité)

Le plastiche HDPE sono opache, dense e la loro saldatura è allungata e ben marcata. A differenza dei PET, gli HDPE non tollerano alcuna impurità, pena la perdita delle loro qualità. Ma soprattutto la materia prima secondaria (cioè da riciclo) ha le stesse qualità della materia prima primaria e può essere utilizzata per le stesse applicazioni. Ad esempio, il tuo biberon in HDPE è realizzato con il 25% di materiale riciclato.

benefici di plastica di riciclaggio:

  • Risparmia gran parte dell'energia necessaria per produrre materie plastiche primarie.
  • Si attenua alcuni problemi con l'inquinamento da plastica e la loro fabbricazione.
  • Queste materie prime secondarie sono più economici.
  • I costi e l'inquinamento legati all'incenerimento (le materie plastiche sono la principale fonte di diossine e furani) o alle discariche sono scomparsi.

Ulteriori informazioni e link

- Riciclaggio: vetro, metalli e tetra pack
- la nostra immondizia
- Elenco dei prodotti riciclati

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *