riparazione di riciclaggio

Riparare invece di buttare via, un gesto essenziale per l'ambiente!

Adottato all'unanimità in Senato il 30 gennaio 2020 dopo essere stato votato in Assemblea Nazionale, il legge anti-spreco perché un'economia circolare cambierà gradualmente la vita quotidiana dei francesi. Per gestire meglio, riciclare, riutilizzare, sostituire parti difettose ... queste sono le linee principali di questa nuova legge. Aggiornamento sulle principali misure, cosa cambierà nella vita quotidiana dei consumatori e gli impatti di questa legge.

Cosa ricordare dalla legge anti-rifiuti

Al fine di preservare meglio il pianeta e ridurre la nostra impronta ecologica, la legge anti-spreco per a economia circolare pianifica diverse misure e obiettivi quantificati per i prossimi anni. Questa legge prevede Plastica riciclata al 100% entro il 2025 e mira a un divieto totale dell'uso di imballaggi di plastica monouso entro 20 anni. Questa legge prevede anche di ridurre l'uso di bottiglie di plastica monouso al 50% entro 10 anni.

Leggi anche:  Download: Rifiuti, utile e l'imballaggio inutile

Riparare invece di buttarlo via

Oltre alla lotta contro inquinamento di plastica, questa legge obbliga inoltre i produttori di apparecchiature elettriche a informare i consumatori sulla disponibilità di parti necessarie per la riparazione delle apparecchiature. L'indice di separabilità consentirà così di sapere se un prodotto può essere riparato facilmente o no. Facciamo un esempio concreto, se il motore della tapparella è difettoso, puoi farlo le risolvilo invece di buttarlo via e prendine uno nuovo. Per sapere come scegliere il motore giusto per te, puoi chiedere consiglio al produttore sui pezzi di ricambio di cui avrai bisogno. Ti aiuterà a risparmiare denaro durante la produzione meno sprechi.

Recyclage

Acquista responsabilmente

Una cosa è certa, i modelli di produzione e consumo subiranno sconvolgimenti in seguito all'adozione di questa legge. Tutti i settori sono interessati da questa legge anti-spreco che promuove il riutilizzo, il riutilizzo, il divieto di gettare i prodotti invenduti e l'obbligo di fornire informazioni. Ora, quando vai a fare shopping, dovresti essere in grado di farlo fare una scelta informata prima di procedere all'atto di acquisto grazie all'obbligo di informazione. Imparerai di più sul separabilità e disponibilità parti di ricambio di un prodotto. Le donne incinte potranno inoltre avere informazioni dettagliate sulle sostanze endocrine contenute nei prodotti, che possono avere un impatto sul feto.

Leggi anche:  Bioplastics nei supermercati francesi

Quando arriverai alla cassa, non avrai più una ricevuta cartacea, né alcun coupon promozionale per quella materia. Questa modifica entrerà in vigore dal 1 settembre 2020 per acquisti inferiori a 10 euro. Questo salirà a 20 euro all'inizio del 2021 ea 30 euro per l'anno successivo.

Le vendite all'ingrosso sono anche incoraggiate dalla legge antispreco. Così puoi porta i tuoi contenitori quando compri bevande da asporto, ad esempio. Infine, per combattere lo spreco di droga, sarà possibile acquistare farmaci individualmente se la forma di trattamento lo consente.

Tutte queste misure lo faranno effetti benefici sull'ambiente, l'occupazione, le comunità e l'economia.

Ti piace riparare? Vieni e condividi suggerimenti per la riparazione sul nostro forums

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *