Riscaldamento a legna, perché scegliere questo ecologico, economico e sostenibile?

L'inverno sta arrivando ed è tempo di riempire il serbatoio dell'olio. E se ne approfittassi per pensare di investire in a riscaldamento a legna? Che sia principale o in aggiunta, è il modo più sostenibile ed ecologico di riscaldamento. Se presenta alcuni vincoli, consente di realizzare risparmi sostanziali. Ecco la nostra mini guida!

Economico, ecologico, design, caldo: i vantaggi del riscaldamento a legna sono numerosi e attirano sempre più francesi, vogliono ridurre la bolletta dell'elettricità o la loro impronta ecologica. Di fronte a questa crescente domanda, sono comparsi vari modelli di stufe a legna, sia in termini di design che in termini di combustibili utilizzati. Quindi, come fai a sapere dove andare e scegliere la stufa a legna giusta in base alle tue esigenze? Ti guidiamo

Legna da ardere, una soluzione economica

Uno dei vantaggi, degli obiettivi, del riscaldamento a legna è il suo costo inferiore rispetto al riscaldamento elettrico, a gas o ad olio, ed è spesso questa ragione che incoraggia i consumatori ad acquistare una stufa a legna.

E hanno ragione. Il legno, sia esso tronchi o pellet, è il combustibile meno costoso.

De plus, acquistare una stufa a legna si qualifica per il credito d'imposta per lo sviluppo sostenibile, a condizione che la stufa sia etichettata "Flamme verte". Questo credito d'imposta è dell'18% per un primo acquisto di una stufa a legna e ammonta all'31% del prezzo delle nuove apparecchiature in caso di sostituzione di una vecchia stufa. Abbastanza per incoraggiare i francesi a cambiare le loro abitudini nel riscaldamento.

Leggi anche: Test e calcolo del COP reale di un sistema di climatizzazione reversibile Airton

stufa a legna moderna

Legna da ardere, un'alternativa ecologica

Oltre a questo aspetto economico del riscaldamento a legna, quest'ultimo è anche molto rispettoso dell'ambiente. Ecco perché parliamo di carburante "econologico": economico ed ecologico.

In effetti, la combustione del legno, sia esso tronchi o pellet, ha un cosiddetto bilancio del carbonio neutro. Vale a dire, la quantità di CO2 rilasciata da essa è compensata dall'assorbimento della stessa quantità di CO2 durante la crescita dell'albero mediante la fotosintesi. Tuttavia, fai attenzione alla fonte del legno, perché questa impronta di carbonio tiene conto solo della combustione del legno e non dell'energia necessaria per lo sfruttamento delle foreste o il trasporto del legno.

D'altra parte, la combustione del legno emette particelle molto fini. A questo proposito, è la stufa a pellet che si distingue per il fatto che emette 10 volte meno particelle fini rispetto ai tronchi e 450 volte inferiore rispetto a un tradizionale camino aperto.

Questa valutazione ecologica della stufa a legna è la vera ragion d'essere del credito d'imposta per lo sviluppo sostenibile: sostituzione delle apparecchiature inquinanti e di invecchiamento per ridurre le emissioni di gas a effetto serra e soddisfare gli obiettivi della Grenelle de l'environnement.

design rotondo della stufa a legna

Tronchi stufa a legna o stufa a pellet?

Ci sono due principali famiglie di stufe a legna sul mercato: la stufa a legna e la stufa a pellet. Il primo, che consiste in tronchi ardenti, si distingue dal camino tradizionale solo per un sistema di circolazione dell'aria più efficiente. Il secondo, invece, è alimentato da pellet chiamati pellet e ha un serbatoio che offre un funzionamento automatico.

Leggi anche: Download: Costruire e ristrutturare per il futuro con Xella, 6 esempi di isolamento

Se entrambi i tipi di stufe sono entrambi riscaldamento aggiuntivo, la stufa a legna essenzialmente consente di riscaldare rapidamente una o più stanze mentre la stufa a pellet può diffondere un calore costante per un periodo più lungo.

Un'altra differenza, non trascurabile, è la manutenzione della stufa a legna. Se la stufa a legna, come il camino convenzionale, richiede solo una o due spazzate all'anno, la stufa a pellet richiede una pulizia regolare e una pulizia effettuata da un professionista ogni due anni.

Anche a stufa a pellet necessita di un alimentatore permanente.

D'altra parte, poiché la dimensione estetica della stufa a legna è importante nella decisione di acquisto, è necessario sapere che, oltre al design effettivo della stufa, che aumenta i gusti propri di ciascuno, l'estetica della fiamma differisce in base a il tipo di stufa, il ceppo che genera più belle fiamme naturali rispetto alle palline. I designer di oggi sono stufe dall'aspetto molto moderno.

Leggi anche: Equipaggia te stesso con attrezzature energetiche efficienti per ridurre le bollette (parte 2)

Infine, in termini di costi, il prezzo della stufa a legna è generalmente inferiore a quello della stufa a pellet, così come il prezzo dei tronchi rispetto a quello delle pellet.

stufa a legna moderna

Conclusione: quale stufa a legna fa al caso mio?

Come puoi vedere, scegliere una stufa a legna è un affare molto personale. Alcuni brani tuttavia:

  • Se il tuo obiettivo è puramente economico, il bruciatore di tronchi sarà l'opzione migliore.
  • Se la tua preoccupazione principale è l'impronta ecologica, la stufa a pellet potrebbe essere più interessante.
  • Se l'estetica della fiamma e del fuoco scoppiettante sono importanti per te, allora il bruciatore di tronchi sarà la scelta migliore.
  • Se sei spesso assente o non hai voglia di ricaricare regolarmente la stufa, il lato automatico della stufa a pellet ti sedurrà di più.

Per saperne di più sul riscaldamento a legna, non esitate a leggere il nostro file completo sul riscaldamento a legna, per chiedere consiglio agli specialisti sul nostro forum dedicato al riscaldamento o per fare un ricerca

1 commento su "Riscaldamento a legna, perché scegliere questo modo ecologico, economico e sostenibile?”

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *