Climatizzazione reversibile, una soluzione ecologica?


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Secondo il sindacato Uniclimat, quasi 500 000 è stato approvato per l'aria condizionata reversibile in 2017, il risultato di una progressione costante di circa 8% ogni anno. I francesi sono attratti da questa tecnologia che garantisce il comfort termico di una casa o di un appartamento senza un conto elevato. Tuttavia, c'è un certo scetticismo su questa apparecchiatura. Immaginiamo che gli attuali condizionatori d'aria reversibili siano come quelli del passato: ad alta intensità energetica. Questo non è più il caso per anni grazie agli sviluppi tecnici. Se sei ancora riluttante a fare il grande passo, ecco una prospettiva per detronizzare molte idee sbagliate sull'aria condizionata reversibile.

Come funziona un climatizzatore reversibile?

Un condizionatore d'aria reversibile ha un funzionamento simile a quello di una pompa di calore aria-aria. In modalità riscaldamento l'unità esterna ricava calorie dall'aria, anche in climi molto freddi, e le trasferisce in unità interne che soffiano aria calda. In modalità raffreddamento, l'unità rimuove le calorie dall'aria interna e le scarica all'esterno. Questo rifiuto delle calorie non ha alcun impatto sull'ambiente e non causa alcun inconveniente se l'unità è installata correttamente, vale a dire all'aria aperta.

Il funzionamento del riscaldamento è generalmente di tipo a bassa temperatura, producendo un calore delicato e costante. L'aspetto del condizionamento dell'aria è spesso basato sul principio dell'inverter, che consente di raffreddare leggermente, ma costantemente l'aria interna. Possiamo anche realizzare risparmio energetico grazie al climatizzatore reversibile favorendo un dispositivo inverter, che limita anche l'usura prematura delle parti meccaniche. Il controllo di tutte queste operazioni si presenta sotto forma di un telecomando, un termostato ambiente o per prestazioni elevate, un termostato connesso intelligente.



Inverter aria condizionata

Come stimare le prestazioni di un climatizzatore reversibile?

Ci sono centinaia di modelli di climatizzazione reversibile. Esistono diverse marche e diversi poteri tra cui è opportuno scegliere l'alloggiamento del dispositivo più adatto.
Per aiutarti a trovare l'attrezzatura giusta, i produttori utilizzano indicatori di prestazioni molto specifici che sono indicativi delle prestazioni del dispositivo, ma anche del suo impatto energetico. Questa indicazione è un requisito da quando 2013 e la direttiva ErP Eco Design.

  • Il COP. Il coefficiente di prestazione è l'indice più vecchio. Indica la quantità di calore restituita per ogni kWh di elettricità consumata. Per determinare questo valore, i fabbricanti tengono conto arbitrariamente del funzionamento dell'apparecchiatura a una temperatura esterna di + 7 ° C. I dispositivi di fascia alta hanno un COP molto alto, mentre i dispositivi entry-level hanno un COP basso. Il COP medio attualmente trovato su tutti gli intervalli si trova vicino a 3.
  • SCOP. Per riportare le prestazioni a temperature molto alte o molto basse (fino a -20 ° C), le autorità hanno introdotto un nuovo standard che sta gradualmente sostituendo il COP: lo SCOP, o COP stagionale (precedentemente COPA o COP annuale). I valori per il calcolo di questo indice si basano su un periodo classico di riscaldamento nella città di Strasburgo. Strasburgo ha il clima più medio in Europa. Si consiglia di preferire i condizionatori d'aria reversibili con SCOP tra 3,5 e 4,5.
  • EER e SEER. Per rappresentare le prestazioni nella produzione a freddo, i produttori utilizzano gli indici EER e SEER, rispettivamente inversi del COP e dello SCOP. I valori tra 4 e 7 sono solitamente indicativi di apparecchiature ad alte prestazioni.

Aria condizionata reversibile: quali elementi scegliere?

Per soddisfare la varietà di situazioni, i produttori di climatizzazione reversibile hanno sviluppato diversi tipi di dispositivi. A seconda del tuo caso puoi orientarti verso un tipo particolare, godrai di un comfort totale non consumando più del necessario.

  • Climatizzatore reversibile multisplit. Questo è il modello più comune. Prevede l'installazione di un'unità esterna e diverse unità interne, di solito una per stanza della casa.
  • Aria condizionata monoblocco. Questo sistema risponde a richieste più specifiche. Aiuta a garantire caldo e freddo in una stanza. È quindi consigliato per studi o uffici.
  • I sistemi di canali. Questo è il sistema più complesso. Richiede l'installazione di un'unità esterna e un'unità interna, situata nell'attico. Il calore o il freddo sono distribuiti in ogni stanza grazie ad un sistema di canalizzazioni da integrare nelle pareti.

Possiamo davvero risparmiare denaro con un condizionatore d'aria reversibile?

Grazie al suo funzionamento identico a quello di una pompa di calore, il climatizzatore reversibile garantisce un comfort termico molto economico.
Il produttore di tali dispositivi, Hitachi, presenta una stima dei risparmi ottenuti attraverso un condizionatore d'aria reversibile, su una casa di 125m² costruita negli anni 1980.
Secondo il colosso giapponese, i costi di riscaldamento ammontano a 500 € all'anno. In confronto, le spese in competizione sono stimate a:

  • 1030 € con gas naturale.
  • 1750 € con elettricità.
  • 1401 € con carburante.
  • 2015 € con GPL (butano-propano).

In media si stima che un condizionamento d'aria reversibile sia 70% più economico di una modalità di riscaldamento più convenzionale, senza contare l'investimento iniziale.



Idee sbagliate 4

  1. Inquinamento acustico. Spesso sentiamo dire che l'unità esterna di un climatizzatore reversibile è molto rumorosa e che l'unità interna fa le fusa costantemente. Questo è vero solo per i modelli a prezzi molto bassi, che non consigliamo. Hitachi, un rinomato produttore, afferma che questi dispositivi sono a basso rumore: 46dB per l'unità esterna e 21dB per lo split interno. In confronto, il fruscio delle foglie presenta 40dB e una lavastoviglie nel funzionamento 50dB. Se hai un orecchio sottile, tieni presente che esistono barriere antirumore che puoi installare attorno all'unità esterna per ridurre ulteriormente il rumore meccanico.
  2. Impatto ecologico. Un condizionatore d'aria reversibile è un prodotto ecoresponsabile sotto molti aspetti. Questa apparecchiatura è molto efficiente dal punto di vista energetico e produce più calore o freddo di quanto consuma energia. In confronto un riscaldatore elettrico produce tanto calore quanto consuma elettricità. L'aria condizionata reversibile può ridurre significativamente l'uso di combustibili fossili. Ora i fluidi che circolano nel circuito del dispositivo sono ecologici, a differenza di quelli della climatizzazione elettrica di un tempo.
  3. Comfort di riscaldamento. A volte viene proposto un cattivo comfort di riscaldamento a causa delle basse prestazioni del condizionatore d'aria reversibile. Questa è una storia antica, perché nelle nostre latitudini le moderne attrezzature possono offrire un comfort di riscaldamento equivalente a qualsiasi altra pompa di calore. In paesi molto freddi, potrebbe essere necessario aggiungere un riscaldatore di riserva, ma in Francia sarà sufficiente un dispositivo con SCOP ragionevole.
  4. Installazione complicata. Forare i muri, iniettare gas e altri lavori può essere intimidatorio. Tuttavia, l'installazione di climatizzazione reversibile è stata ampiamente semplificata. Se la tua casa ha una morfologia standard, l'installazione non sarà un problema. I tecnici ora hanno esperienza nel campo e possono installare un sistema completo limitando i disagi.

Ulteriori informazioni sull'aria condizionata reversibile

Per ulteriori informazioni sull'aria condizionata reversibile, ti consigliamo di leggere le seguenti pagine:

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *