Accumulo di energia mediante aria compressa a pistoni liquidi

Accumulo di aria compressa per sostituire le batterie al piombo-acido secondo la BE dell'Adit

Una delle principali difficoltà incontrate dall'energia solare ed eolica è il problema dello stoccaggio dell'elettricità in eccesso. La produzione di energia, infatti, raramente è in perfetta armonia con il fabbisogno (troppo o troppo poco vento, niente solare notturno, ecc.) Ed è quindi necessario poter immagazzinare l'elettricità prodotta in eccesso. Di solito vengono utilizzate batterie al piombo per eseguire questa operazione.

Una giovane azienda di Losanna, Enairys, punta su un altro sistema: lo stoccaggio dell'aria compressa. Ecologico (assenza di metalli pesanti) ed economico (maggiore durata), il processo non è nuovo ma è rimasto poco sfruttato fino ad oggi perché la sua resa è bassa. Infatti la compressione dell'aria ne provoca il riscaldamento e conseguentemente le perdite termiche, con un rendimento dell'ordine del solo 25%. (Nota da Econologie.com: queste sono solo le prestazioni di compressione e non le prestazioni complessive di questo archivio!)

Leggi anche:  Scarica: Energie rinnovabili per il trasporto: soluzioni comparative di Jacobson

Con l'aiuto del Laboratorio di elettronica industriale e del Laboratorio di energia industriale presso l'EPFL, Enayris offre un sistema basato non più su un pistone meccanico ma su un pistone liquido. L'acqua utilizzata permette di regolare i flussi termici e migliora nettamente l'efficienza delle batterie per arrivare ora al 60-65% (quasi l'efficienza di una batteria al piombo, che è del 70%).

L'aria viene compressa tramite un motore elettrico accoppiato ad un compressore idropneumatico e immagazzinata in bombole collegate tra loro. Quando sorge la necessità di elettricità, l'aria viene estratta per alimentare la stessa macchina che funziona questa volta come alternatore.

I brevetti sono stati depositati dall'EPFL ed Enairys ha una licenza esclusiva. Ad oggi è terminata la realizzazione del prototipo dimostrativo e per il momento si intende questo tipo di installazione per regioni isolate o per alimentazioni di back-up per sistemi sensibili sottoposti a reti elettriche instabili.

Leggi anche:  Test del combustibile Aquazole

Fonte: "Accumulo di energia con aria compressa pronta per sostituire batterie al piombo" - Le Temps - 24/06/08

Altro:
- Accumulo di energia mediante fluido compresso
- Confronto dei metodi di immagazzinamento dell'energia
- L'aria compressa può davvero sostituire le batterie al piombo?

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *