Download: nuove fonti di energia per dispositivi portatili e mobili

Nuove fonti di energia in miniatura per applicazioni nomadi. Pubblicazione da parte del CEA

I PDA e altri telefoni cellulari si sono evoluti enormemente negli ultimi 10 anni. Ora offrono applicazioni simili a quelle di un computer desktop ... a volte migliori!

Questi nuovi dispositivi di tipo iPhone o Blackberry, per citare solo i due più noti, consumano sempre più energia, da qui l'oggetto di questo lavoro del CEA.

Introduzione

L'ascesa della telefonia mobile e, più in generale, dell'elettronica nomade,
si accompagna ad un aumento del fabbisogno di fonti energetiche miniaturizzate (batterie, celle, ecc.).

Allo stesso modo, nel breve e medio termine, l'emergere di nuovi prodotti miniaturizzati e interattivi in ​​campo civile e militare (sensori autonomi per lo sviluppo di "abbigliamento intelligente", sistemi medici autonomi, GPS, sensori di bordo, ecc.) Dovrebbe accentuare ulteriormente questo fenomeno, aprendo nuovi mercati.

Grandi opportunità di sviluppo vengono quindi offerte ai sistemi di produzione, stoccaggio o recupero di energia. Dovranno affrontare le sfide tecniche poste dagli oggetti nomadi di nuova generazione che richiedono nuove funzionalità: liberare l'utente dai vincoli di carico e offrire un periodo di utilizzo più lungo, garantendo l'inviolabilità delle informazioni, "raccolta" di energia disponibili nell'ambiente locale e costituiscono quindi una fonte di energia isolata e autonoma, consentendo l'impianto nel corpo umano e, per lunghi periodi, di dispositivi biocompatibili ...

Leggi anche:  Download: veicoli Flex Fuel e E85 a base di etanolo.

Per affrontare queste sfide, l'uso di fonti energetiche in miniatura, sistemi
il recupero, lo stoccaggio e la conversione dell'energia è essenziale. Il più delle volte, il loro sviluppo si basa su processi simili a quelli utilizzati nella microelettronica. Ma ci sono ancora una serie di scoperte tecnologiche che devono essere superate.

Questi comportano l'uso di nuovi materiali e processi per migliorare le prestazioni. Infine, l'ottimizzazione della resa energetica completa richiede spesso l'ibridazione di più fonti energetiche differenti (sistema di recupero associato ad un sistema di accumulo di energia).

Per saperne di più: document su immagazzinamento e produzione di energia dal corpo umano

Scarica il file (un abbonamento alla newsletter può essere richiesto): Nuove fonti di energia per dispositivi portatili e mobili

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *