Trombe marine su Nîmes

Le nuove precipitazioni, a volte fino a 160 millimetri per metro quadrato, secondo il Météo-France sono cadute giovedì pomeriggio a Nîmes e nel dipartimento del Gard, causando numerose inondazioni in questa regione già colpite martedì dalle piogge torrenziali.

La prefettura di Gard ha riattivato l'unità di crisi per gestire le conseguenze di queste intemperie che hanno portato in particolare all'interruzione del traffico SNCF tra Nîmes e Lunel (Hérault) a causa di inondazioni all'altezza di Gallargues (Gard). L'autostrada A9 era chiusa in entrambe le direzioni tra Orange (Vaucluse) e Narbonne (Aude), così come la A54 tra Nîmes e Salon-de-Provence (Bocche del Rodano).

Nel centro di Nîmes, il traffico è stato difficile a causa degli allagamenti di diverse strade, abbiamo imparato dalla Prefettura. Secondo la crisi, la maggior parte delle strade della contea nel sud e nord della città, sono tagliati.

Le Vistre, a valle di Nîmes, è in piena e si devono temere grandi tracimazione nella parte meridionale di Nîmes e nella Petite Camargue, in particolare a Vauvert, Le Cailar e Vestric-et-Candiac.

Leggi anche: Google supporta la Giornata della Terra

"L'episodio piovoso di oggi è più importante di quello di martedì, ma soprattutto non eravamo in allerta rossa e la gente era sorpresa", ha dichiarato Jacques-Olivier Liby, consigliere comunale di Nîmes. Secondo lui, "a causa dell'allerta arancione, molte persone realizzeranno la sera solo che non possono tornare a casa" ...

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *