Tsunami in Asia!

Come tutti saprete, pochi giorni fa, nel sud-est asiatico, un violento terremoto ha scatenato uno tsunami di rara entità che ha colpito molti paesi costieri del Golfo del Bengala e dell'Oceano Indiano.

Tre giorni dopo il disastro, i fatti sono allarmanti: oltre 25 vittime "ufficiali" e oltre 000 dispersi. Diverse centinaia di turisti, compresi gli europei, devono essere considerati tra le vittime. E questo disastroso conteggio non è finito! Possiamo temere un bilancio finale di oltre 30 vittime!

Di quanto sarebbe ridotto questo numero se fossero state messe in atto un'efficace sorveglianza, lungimiranza e comunicazione? Tra qualche anno tali dispositivi saranno senza dubbio messi in atto, ma ciò dimostra, ancora una volta, la relativa incompetenza dell'uomo a intraprendere azioni preventive ... ma tali disastri mostrano anche la solidarietà di cui l'uomo è capace. Perché è solo in tempi di crisi ed emergenza? Il capitalismo individuale trionfante deve aver avuto qualcosa a che fare con esso! Sta a ognuno di noi invertire questa tendenza!

Leggi anche: Kyot casa: nuove statistiche è venuto

Leggi la cartella Yahoo: http://fr.news.yahoo.com/a/asie.html

Donare: http://www.croix-rouge.fr

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *