Asian Tsunami

Pagina eccezionale dopo il disastro asiatico! 

Promemoria della nuova scritta 28 / 12 / 04 (la conta dei morti era a 50 000)

“Come tutti saprete, pochi giorni fa nel sud-est asiatico, un violento terremoto ha innescato uno tsunami di rara entità che ha colpito moltissimi paesi costieri del Golfo del Bengala e dell'Oceano Indiano.

A tre giorni dal disastro, i fatti sono allarmanti: oltre 25mila vittime “ufficiali” e oltre 000mila dispersi. Alcune centinaia di turisti, compresi gli europei, sono da annoverare tra le vittime. E questo conteggio fatale non è finito! Possiamo temere un bilancio finale di oltre 30 vittime!

Di quanto sarebbe stato ridotto questo numero se fossero state messe in atto una sorveglianza, una previsione e una comunicazione efficaci? Tra qualche anno, tali dispositivi saranno indubbiamente messi in atto, ma questo dimostra, ancora una volta, la relativa incompetenza dell'uomo a intraprendere azioni preventive ... ma tali catastrofi dimostrano anche la solidarietà di cui l'uomo è capace. Perché è solo in tempi di crisi ed emergenza? Il capitalismo individuale trionfante deve avere qualcosa a che fare con questo! Spetta a ciascuno di noi invertire questa tendenza!

Diverse organizzazioni umanitarie francesi si moltiplicano le chiamate per le donazioni dopo il disastro maremoto in Asia:

Leggi anche:  settimana Sostenibilità

- Il Francese Secours Populaire ha annunciato di aver rilasciato aiuti urgenti per 100.000 euro. Le donazioni finanziarie, specifica l'organizzazione umanitaria, possono essere indirizzate il francese Secours Populaire BP 3303, 75123 3 Paris Cedex o sito www.secourspopulaire.asso.fr.

- L'organizzazione Azione contro la fame (ACF), presente in Sri Lanka dal 1996, doveva noleggiare un aereo cargo per portare tende, apparecchiature di comunicazione, generatori, apparecchiature per la depurazione dell'acqua. L'organizzazione afferma di essere "preoccupata per un prevedibile deterioramento della situazione nutrizionale". Gli assegni possono essere intestati a Azione contro la fame, 4 rue Niepce, 75014 a Parigi; CCP 28 20 W Parigi; donazioni sicure su internet  www.actioncontrelafaim.org.

- L'ufficio Unicef ​​di Parigi ha annunciato che le attrezzature di emergenza erano pronte per essere inviate in aereo dal suo centro di stoccaggio a Copenaghen. Donazioni da Unicef ​​“Emergenza terremoto Asia meridionale”, BP 600, 75006 Parigi.

Leggi anche:  Mauritania e petrolio

- La Croce Rossa francese (CRF) ha specificato da parte sua di "inoltrare" ai francesi l'appello della Federazione Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa che domenica ha lanciato un appello per raccogliere 5 milioni di euro per entrare aiuta circa 500.000 persone. Donazioni a Croce Rossa francese "Earthquake Asia" BP 100, 75008 Parigi o www.croix-rouge.fr

- Il Comitato Cattolico contro la Fame e per lo Sviluppo (CCFD), che sostiene “da anni decine di associazioni locali, molte delle quali sono state gravemente colpite da questo disastro”, chiede di aiutare queste associazioni “affinché possano rilanciare il più rapidamente possibile i loro programmi di lavoro”. Donazioni CCFD, 4 rue Jean Lantier 75001 Parigi; assegni pagabili a CCFD “urgence Asie”; CCP 46 00 F - Trasferimenti di Parigi.

- Il French Islamic Relief ha rilasciato 200.000mila euro per il "primo soccorso di emergenza" e chiede di raccogliere un milione di euro. Donazioni al CCP 29 19 D Conto postale di Parigi o su Internet  www.secours-islamique.org/dons.

Leggi anche:  10 idee sbagliate sull'ambiente

Grazie per loro!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *