tetto piano solare

Tutto sui pannelli solari fotovoltaici nel 2022 e le loro specificità

Dalla dimostrazione dell'effetto fotovoltaico da parte di Antoine Becquerel nel 1839 e dalla presentazione della prima cella fotovoltaica da parte dei Bell Laboratories nel 1954, la tecnologia fotovoltaica ha fatto molta strada prima di raggiungere questo livello sorprendente come quello che conosciamo oggi. Oggigiorno, le apparecchiature nate da questa grande innovazione ci permettono di rifornire di energia elettrica le nostre case in modo più responsabile, di riscaldare le nostre case, insomma di avere fonti energetiche più autonome, più efficienti e più ecologiche.

Bisogna ammettere: l'energia solare è in aumento. Ma come sono fatti questi pannelli solari fotovoltaici che adornano i nostri tetti e terrazze? Di cosa sono fatti? E la loro installazione? In che modo sono davvero più vantaggiose delle soluzioni convenzionali? Vi invitiamo a scoprire le risposte a tutte queste domande in questa piccola guida pratica al solare fotovoltaico.

Di cosa sono fatti i pannelli fotovoltaici?

Un pannello fotovoltaico è composto principalmente da più celle fotovoltaiche collegate in serie o in parallelo. Sono questi componenti elettronici che, dopo aver ricevuto l'energia solare sotto forma di onde elettromagnetiche dette fotoni, la convertono in elettricità. Comunemente noto come “effetto fotovoltaico”, questa trasformazione dell'energia fotonica in corrente elettrica risulta da un fenomeno naturale o, più precisamente, da una reazione chimica.

Gli strati che costituiscono le celle fotovoltaiche sono generalmente realizzati in silicio, un materiale semiconduttore (a metà strada tra un isolante e un conduttore) che permette il passaggio di una corrente quando è drogato. Il cosiddetto strato N-drogato, il cui silicio è accoppiato con un composto ad alto contenuto di elettroni come il fosforo, è caricato negativamente. Mentre l'altro modulo (lo strato drogato con P), il cui silicio è associato a un elemento contenente meno elettroni come il boro, è caricato positivamente.

Leggi anche:  Energia Solare Termica

L'interazione tra questi due dispositivi di segno opposto genera una giunzione PN (un campo elettrico). Quando la cella fotovoltaica assorbe i fotoni essendo sottoposta all'irraggiamento solare, si creano squilibri tra le cariche dei due strati. Segue poi un importante movimento di cariche sistematiche per riequilibrare i livelli (gli elettroni e le lacune sono obbligati a muoversi e, quindi, a circolare). È da questo fenomeno che proviene la corrente elettrica.

piastrella solare

Come sono fatti i pannelli solari fotovoltaici?

La produzione di pannelli solari fotovoltaici comporta vari passaggi e operazioni necessarie.

  • La creazione di moduli

Il processo di creazione inizia con la produzione di silicio solare o silicio metallurgico. Quest'ultimo è formato per reazione chimica da una miscela composta da pezzi di silice e legno. I cristalli ottenuti vengono poi cotti ad altissima temperatura (quasi 1°C) per creare lingotti di silicio. Una volta raffreddate, le parti vengono poi tagliate a fette (wafer) per assumere la forma desiderata (monocristallina o policristallina).

  • Trattamento antiriflesso

Il trattamento antiriflesso è necessario affinché i lingotti o le fette di silicio non possano riflettere la luce. Al termine di questo processo, la superficie delle foglie non è più liscia e la sua consistenza è completamente trasformata. Ora è in grado di assorbire una quantità significativa di luce.

  • Doping a strati
Leggi anche:  bici elettrica di ricarica solare

Per drogare gli strati di silicio (aggiungere cariche + o -), il fosforo o il boro vengono depositati a temperature molto elevate sulla faccia anteriore del modulo. Otteniamo quindi celle con strati drogati che, una volta sottoposte all'irraggiamento solare, produrranno elettricità.

  • Installazione del circuito elettrico

Questo passaggio consiste nella stampa di un circuito elettrico sulla superficie dei moduli in modo da poter trasferire la corrente prodotta e raccolta grazie all'effetto fotovoltaico.

  • L'associazione delle celle e l'assemblaggio finale del pannello

Per formare una struttura funzionale e solida, le celle fotovoltaiche devono essere prima collegate tra loro (da circa 48 a 72 celle per pannello). Dovranno poi essere saldati e poi incapsulati sotto una lastra di vetro temperato. Il montaggio si completa con l'installazione di un supporto in alluminio che inquadrerà l'assieme per formare un pannello fotovoltaico.

Per il montaggio dell'apparecchiatura sarà necessaria una scatola di derivazione posta dietro la piastra per collegare l'intero dispositivo generatore di corrente all'inverter. Quest'ultimo sarà utilizzato per convertire la corrente continua prodotta in corrente alternata.

Come installare un pannello solare fotovoltaico?

ilinstallazione di pannelli fotovoltaici, soprattutto se eseguita su una superficie abbastanza ampia, richiede specifiche conoscenze tecniche oltre ad un certo numero di utensili ed accessori. Pertanto, per l'installazione degli elementi è sempre vivamente consigliato avvalersi di tecnici competenti e ben attrezzati. In generale, l'installazione dei dispositivi dovrebbe avvenire come segue:

  • Verifica e preparazione di zona di installazione
  • La imposta le abbreviazioni (inferiore e laterale)
  • Lo stabilimento di schermo sottotetto (sistema di tenuta)
  • La posa binari e pannelli solari
  • Le collegamento dei pannelli all'inverter
  • Le collegare l'inverter alla rete elettrica o ad un sistema di accumulo (batterie solari)
Leggi anche:  Turbine: l'opinione del CNRS

Pannelli fotovoltaici: i vantaggi del passaggio all'energia solare

Se il passaggio all'energia solare sembra un passaggio logico in un contesto in cui la transizione energetica ed ecologica è in pieno svolgimento, questa scelta ha in realtà molti vantaggi. Scegliendo di utilizzare i pannelli solari fotovoltaici, le famiglie beneficiano di:

  • Una fonte di energia rinnovabile pulita, inesauribile e completamente gratuita

L'uso dei pannelli solari dà accesso al 100% di elettricità verde e gratuita. Inoltre, poiché oltre l'85% degli elementi dei pannelli solari sono riciclabili e poiché l'apparecchiatura ha una durata abbastanza lunga (da 40 a 50 anni), è una soluzione perfettamente ecologica e sostenibile.

  • Significativi risparmi energetici e vari aiuti finanziari disponibili

L'autoconsumo consente a una famiglia di risparmiare fino al 40% sulla bolletta energetica. Inoltre, l'installazione di pannelli fotovoltaici può beneficiare anche di vari aiuti finanziari: bonus autoconsumo, MaPrimeRénov' solare, IVA ridotta al 5,5%, aiuti locali e regionali, ecc.

  • Valore aggiunto immobiliare

Una domanda ? Sdraiati lì sul forum solare Fotovoltaico

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *