led al neon

Vantaggi, opinioni e installazione di luci al neon LED VS tubi fluorescenti o alogeni

Sostituisci i suoi vecchi tubi al neon con luci al neon a LED. Perché e come installarli?

Fondato all'inizio del XX secolo, il tradizionale tubo al neon fluorescente ha rivoluzionato l'illuminazione di fabbriche e uffici. Sotto forma di un tubo di vetro, si trova rapidamente ovunque, sia su pannelli pubblicitari e insegne commerciali, sia nelle case private. Oggi questo tipo di illuminazione sta gradualmente scomparendo dal mercato e sta cedendo il passo ai neon a LED, molto più vantaggiosi sia in termini di efficienza che di consumo energetico. Alla fine di questo articolo troverete un dettagliato reportage fotografico sulla sostituzione dei classici tubi al neon con tubi al neon a LED. In effeti; è un po 'più complicato che cambiare una lampadina.

I vantaggi del neon LED rispetto ai tubi fluorescenti e alogeni

Durata della vita più lunga

Il tubo al neon LED è soprattutto una lampada con una durata abbastanza lunga. Infatti, grazie alla tecnologia LED, può arrivare fino a 40 ore, contro le 000-8 ore per il tubo alogeno a seconda della frequenza di utilizzo, e solo 000 ore per i modelli fluorescenti. . A titolo indicativo, per il tubo fluorescente compatto, il cui principio di funzionamento è simile al tubo fluorescente, la vita della lampadina è stimata tra le 10 e le 000 ore.

Basso consumo energetico

Le Tubi al neon LED, come quelli offerti sul sito Silamp.fr, hanno anche un alto potenziale energetico. Il design, i componenti e le caratteristiche fanno sì che consumino pochissima energia rispetto ai tubi tradizionali. Scegliendo questo tipo di illuminazione riduci il tuo consumo energetico di quasi l'80%. In questo caso, è la soluzione di illuminazione più economica ed ecologica sul mercato.

Accensione istantanea

A differenza del tubo fluorescente e della lampada alogena, il neon LED non necessita di tempi di attesa prima di fornire il 100% della sua illuminazione. Si accende istantaneamente, non produce tremolii indesiderati e raggiunge immediatamente il livello massimo di intensità luminosa. Inoltre, con la tecnologia LED, il neon LED supporta perfettamente le estensioni ripetitive.

Una luce che non brucia

Come ogni dispositivo che funziona secondo il principio di un conduttore di corrente elettrica, le luci al neon a LED producono ancora un po 'di calore. A differenza delle lampade alogene, la temperatura emessa è comunque inferiore del 90% a quella di una lampada ad incandescenza, e dell'80% inferiore a quella di una versione alogena. Il rischio di ustioni è quindi minimo. Puoi gestire un tubo LED che è stato acceso per giorni senza scottarti.

I neon LED non contengono prodotti tossici

A differenza dei tubi fluorescenti, le luci al neon a LED non contengono prodotti tossici. Le lampade fluorescenti, infatti, sono costituite da una miscela di gas nocivi, cioè argon e mercurio a bassa pressione, che, sotto l'impulso di una scossa elettrica, andrà ionizzare per emettere luce. Se mai un tubo fluorescente si rompe, si consiglia vivamente di ventilare la stanza e lasciarlo per almeno 30 minuti, in modo da permettere al mercurio di evaporare. I LED al neon inoltre non emettono raggi ultravioletti o onde elettromagnetiche che potrebbero influenzare le persone elettrosensibili.

Leggi anche:  Transizione energetica: il Portogallo ha fornito per 4 giorni interamente con elettricità rinnovabile!

officina al neon led

La diversità dei modelli e delle temperature dei tubi al neon LED

Le dimensioni e i colori di illuminazione dei tubi LED

Oggi, i tubi al neon LED sono disponibili in un'ampia varietà di dimensioni per soddisfare al meglio le tue esigenze. Popolare per l'uso domestico, il modello da 60 cm fornisce un'illuminazione aggiuntiva in luoghi spesso lasciati all'ombra e non supportati dall'illuminazione principale, sia all'interno che all'esterno, che vanno dal garage e dal terrazzo all'ingresso. L'installazione viene eseguita sia singolarmente che in serie e in modo lineare o ellittico. Il neon LED da 90cm, disponibile in bianco caldo, bianco neutro o bianco freddo, trova il suo posto anche nella maggior parte degli ambienti della casa, sia in soggiorno, in cucina o in bagno.

Il neon lungo 120 cm fornisce colori di illuminazione di 3, 000 o addirittura 4K, a seconda delle necessità. Grazie al suo angolo di illuminazione di 200 °, questo modello è adatto per l'illuminazione di spazi commerciali, supermercati e magazzini. Con una potenza di 6 o 400 Watt per 120 o 24 lumen, il neon LED da 50 centimetri con un angolo di illuminazione di 2 ° diffonde la luce in modo eccezionale. Puoi usarlo per illuminare determinati spazi pubblici come un parcheggio, un capannone o un magazzino.

Il formato: T5 o T8

Il neon LED arriva oggi in un formato T8. Fornendo luce direzionale, questo modello assicura l'illuminazione di luoghi spaziosi. Piuttosto imponente, è ideale per un uso professionale, sia negli uffici che in un parcheggio. Dotato di una base G13 con due perni distanziati di 13 mm, è disponibile con un diametro di 26 mm. La sua potenza varia da 9 a 80 Watt, per un'intensità luminosa compresa tra 900 e 5 lumen.

Il tubo LED T5, da parte sua, ha una base G5, cioè 5 mm tra i perni e ha un diametro di 16 mm. È molto più piccolo e molto più raro, utilizzato in alcuni apparecchi o lampade d'accento. Leggero, e con una potenza di 9 o 24 Watt, per una luminosità tra 900 e 2 lumen, questo modello è meno potente del tubo T400.

Installazione semplice: come sostituire il tuo vecchio neon con un tubo al neon LED?

Preparazione e sicurezza elettrica

Per motivi di sicurezza, la sostituzione di un vecchio tubo fluorescente con un tubo che utilizza la tecnologia LED richiede una certa preparazione. Soprattutto, è necessario assicurarsi che l'alimentazione sia interrotta correttamente. Questo taglio deve essere effettuato a livello dell'interruttore, non dell'interruttore perché non garantisce un taglio di fase (dipende dalla professionalità dell'elettricista). Avrai anche bisogno di una torcia se la luce diretta è insufficiente o quando svolgi il lavoro serale. Sarà necessaria anche una scala a pioli per un'installazione in quota, così come un paio di guanti sottili per proteggervi da prodotti tossici, come il mercurio presente nel tubo fluorescente.

Sostituisci il tuo vecchio tubo al neon con un tubo LED

Quando si tratta di sostituire le luci al neon, tieni presente che la procedura varia a seconda del reattore che hai e del tipo di luci al neon. Sostituire un neon fluorescente con un neon LED non è facile come cambiare una lampadina.

Leggi anche:  Le scorie nucleari

Alcune luci al neon LED possono essere cablate direttamente a 230V e altre utilizzano il cablaggio esistente grazie ad uno speciale starter LED. Questo dipenderà dal neon LED che hai acquistato. Attenzione a non montare un neon realizzato per cablaggio diretto senza modificare l'impianto elettrico, questo distruggerebbe il neon ed eventualmente il trasformatore!

Caso 1: neon LED fornito con starter LED

Se hai un modello T8 con un vecchio reattore ferromagnetico (come nell'esempio sotto), devi sostituire l'induttanza esistente con un'induttanza a LED chiamata anche ponte di collegamento. Per evitare qualsiasi sovratensione, però, ricordarsi di rimuovere l'eventuale condensatore prima di installare il neon LED.

Nel caso di un reattore elettronico più recente, è sufficiente rimuovere il tubo fluorescente e posizionare il nuovo neon LED.

Caso 2: LED neon senza starter LED con cablaggio diretto

L'altra tecnologia neon LED è l'alimentazione del tubo direttamente a 230V AC senza starter LED senza trasformatore. Ha lo svantaggio di richiedere un po 'più di lavoro di installazione in quanto è necessario ricablare l'alimentazione elettrica ma ha il vantaggio di non avere perdite di efficienza a monte del tubo e anche minori rischi di guasto poiché ballast e starter non esistono più. Se puoi scegliere e sei un tuttofare minimo o hai molte luci al neon da cambiare, prediligi questa tecnologia perché sarà redditizia nel medio termine.

I tubi senza starter vengono alimentati a ciascuna estremità o dallo stesso lato su ciascuno dei 2 perni. Ricordarsi di controllarlo attentamente prima di iniziare a modificare il cablaggio.

Ma niente panico, il cablaggio non è così difficile da modificare ma deve essere eseguito rigorosamente. Viene spiegato di seguito con un neon a cablaggio diretto, uno su ciascuna estremità.

neon 36w silamp
Scheda tecnica di un neon Silamp da cablare direttamente alla 230V AC ad ogni estremità. Fai attenzione a prestare molta attenzione a questo prima di installare e persino acquistare le tue luci al neon a LED!

Reportage fotografico e parere sull'assemblaggio e installazione di neon a LED in un garage per sostituire i classici neon con vecchi trasformatori (reattori ferromagnetici)

In occasione di un grave guasto di un alimentatore su un neon fluorescente nel mio garage, ho deciso di sostituirli con 3 neon Silamp 36W. Dico un grave fallimento perché avrebbe potuto provocare un incendio. Puoi vedere il riscaldamento abbastanza significativo nelle foto qui sotto.

Il fatto che le lastre del soffitto fossero in cemento ha senza dubbio impedito l'incendio. Inoltre, stavo lavorando sotto le luci al neon accese quando il neon in questione si è rotto e probabilmente sarebbe esploso se non avessi saltato sull'interruttore. Quando sai che c'è del mercurio in queste classiche luci al neon, penso di essere stato fortunato. Dopo questo incidente è stato impossibile riaccendere le luci al neon senza far saltare l'interruttore… Anche il generale è saltato durante le prove! Quindi c'è stata una grande perdita di corrente. Ho provato invano altri starter e luci al neon… e per una buona ragione non avevo ancora visto la zavorra che si era riscaldata poiché era nascosta da una cappa.

Questi neon Silamp costano circa € 15 ciascuno ma erano in vendita a € 10 quando ho fatto la mia installazione. Hanno un'intera gamma di lunghezza, potenza e colori.

apparecchio al neon in un garage
Installazione nel mio garage prima della modifica: tubi al neon e coperture di protezione smontate
reattore al neon bruciato
La zavorra che si è surriscaldata e ha fatto saltare l'interruttore. C'era un rischio reale di incendio.
supporto neon
L'installazione comprendeva anche un condensatore, alcuni elettricisti lo hanno installato per evitare lo sbattere dell'interruttore all'avvio e per ridurre lo sfarfallio delle luci al neon. Questo condensatore, diventato inutile, è stato ovviamente rimosso.

La sostituzione di un neon fluorescente con quelli che ho acquistato richiede bypassare la zavorra e lo starter, in effeti; devono essere alimentati direttamente con 230V AC, 1 filo a ciascuna estremità. Attenzione a non montarli senza apportare questa modifica, altrimenti si bruceranno!

Sono sufficienti alcuni connettori Domino o Wago o equivalenti, tronchesi, una sedia o una scala e un cacciavite elettrico. Ovviamente tutto questo lavoro viene svolto con l'interruttore disinserito. Fai attenzione al condensatore se ne hai uno perché potrebbe essere ancora “carico”.

Ho modificato il cablaggio esistente scollegando ogni alimentatore e mettendo 1 fase e 1 neutro sulle prese G13 femmina (questi sono i connettori che girano a ciascuna estremità del neon) per ogni neon. È anche necessario deviare gli strozzatori. Non dimenticare di rimuovere i fili residui (ci sono 2 fili che sono arrivati ​​a ciascuna presa femmina G13). Non ho ritenuto invece necessario smontare meccanicamente le 3 zavorre e le prese dello strozzatore, non le ho usate altrove e le zavorre erano rivettate sui telai. Mi ci è voluta circa 1 ora per capire il cablaggio e apportare la modifica sui 3 telai.

Cablaggio neon LED
Modifica elettrica di un telaio neon per montare un neon LED: reattore shuntato e fase collegata direttamente alla presa G13 femmina all'estremità sinistra ...
cablare un Led al neon
... E all'estremità destra, cabliamo direttamente il neutro. Lo starter diventa inutile.

Una volta modificato il cablaggio non resta che sostituire i 3 coperchi e installare i tubi. Ed è fatto! Verificare comunque che il cablaggio sia corretto collegando il tubo al neon una volta senza il coperchio.

garage a led
Grazie alla grande potenza di questi modelli, bastano 2 neon LED da 36W per illuminare il garage. Due neon LED si illuminano meglio dei 3 neon fluorescenti da 36W installati in precedenza. Il neon centrale non è stato quindi installato. Il risparmio energetico supera il 35% tenendo conto dei rendimenti. In un garage è poco, su una superficie maggiore il risparmio può essere notevole.

La potenza della mia nuova installazione è tale che non mi servono più le 3 valvole, 2 neon da 36W sono più che sufficienti per ottenere un ottima luminosità nel mio garage. E questo è logico poiché l'efficienza dei LED è almeno del 50% superiore rispetto ai neon convenzionali.

Altri vantaggi significativi

  • accensione immediata a piena potenza,
  • l'assenza di rumore (nessun ronzio caratteristico delle classiche luci al neon)
  • quasi nessun riscaldamento, non rischio più di dare fuoco alla casa!
  • nessuno sfarfallio che può essere molto pericoloso con macchine rotanti in officina (possono sembrare ferme in caso di sincronismo)
  • corrente puramente resistiva "pulita" (cos ph = 1, nessuna armonica e altri disturbi di corrente). Ciò è apprezzabile per superfici molto grandi da illuminare.
  • l'assenza di un trasformatore limita probabilmente anche le onde elettromagnetiche

Resta da parlare del vita : queste luci al neon a led sono vendute per durare 20 ore che ancora rappresenta oltre 27 anni per 2 ore al giorno. Li terranno? Non ne sono sicuro, soprattutto perché sono lontano dall'accendere il garage per 2 ore al giorno. Anche questi neon LED sono realizzati in plastica, infrangibile ma meno resistente del vetro .... Da continuare ma in tutti i casi sono garantiti 2 anni. Puoi chattare con me e altri membri del sito su questo Installazione di neon a LED qui

garage led al neon
Tubo neon a LED acceso, la foto scattata necessariamente in controluce non riflette la reale luminosità. Non preoccuparti, illumina molto di più dell'impressione di questa foto. Ne installerò un po 'anche nella mia cucina!

1 commento su "Vantaggi, opinioni e installazione di luci al neon LED VS tubi fluorescenti o alogeni"

  1. Buongiorno,
    Ho letto attentamente la tua installazione.
    Ecco la poca conoscenza che ho:
    Un alimentatore in un tubo fluorescente si riscalda sempre un po '. Forse il tuo si è surriscaldato a causa dell'usura degli isolatori dell'avvolgimento?
    Un tubo fluorescente con un solo reattore induttivo un cattivo cos phi: 0,5. Il condensatore è lì per compensare il cos phi induttivo del reattore.
    Per quanto riguarda l'illuminazione a led, il cos phi è raramente 1, perché un led è un componente che funziona in corrente continua (un led bianco = 3,3v circa) e quindi è necessario un convertitore ac-dc. E spesso questo convertitore utilizza un condensatore quindi capacitivo cos phi.
    Ho misurato il cos phi di dozzine di lampadine E27 E14 di tutte le marche diverse (philips, osram, lidl, ikea, ecc.) E il risultato è chiaro: la maggior parte ha un cos phi intorno a 0,55 per la maggior parte .
    Per il tuo tubo, devi misurare. Dipende dal circuito utilizzato per convertire la corrente alternata in corrente continua
    Il linky fa la differenza tra carico attivo e reattivo!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *