I vantaggi dell'automazione e della robotizzazione per l'ambiente

I robot, precedentemente dalla nostra immaginazione, sono oggi una tecnologia in piena espansione. Non sembrano necessariamente R2-D2 di Star Wars, ma l'obiettivo della robotica è aiutare gli umani aiutandoli o sostituendoli per compiti difficili, pericolosi o ripetitivi. Non li vediamo tutti i giorni, ma sono già pilastri di alcune industrie, specialmente nelle fabbriche. Ma non è tutto, i robot e l'automazione sono strumenti che hanno il potere di fare la differenza ecologica quando creati per questo scopo. Facciamo un breve tour per comprendere meglio la robotizzazione nel mondo moderno, nonché il suo potenziale per il futuro.

Aumento della robotizzazione in fabbrica

L'automazione si è spostata nella vita moderna a poco a poco e lo sappiamo tutti. È il registratore di cassa automatico al supermercato, è il robot rasaerba nel giardino del vicino o le luci che si accendono quando si entra in una stanza. Negli affari, la robotizzazione fa rima con produttività ed economia. In Francia lo è l'industria automobilistica che è il più automatizzato: 148 robot ogni 1000 dipendenti in media. Questa tecnologia avanzata è una grande novità in fabbrica perché i robot svolgono lavori più pericolosi, aumentando così il livello di sicurezza dei lavoratori. Anche il mercato del lavoro sta cambiando, ma non necessariamente in modo negativo. Poiché i robot si occupano di alcune attività intermedie, c'è una maggiore richiesta di dipendenti specializzati che hanno l'opportunità di lavorare nel campo prescelto.

Come funziona ?

Ogni robot o automa opera utilizzando un sistema di controllo automatico che varia in base al compito che deve svolgere. In breve, è una macchina dotata di sensori, un sistema di controllo e attuatori. Prendi l'esempio di un robot aspirapolvere per comprendere questa operazione su piccola scala. Il processo che si svolge è innanzitutto un riconoscimento dell'ambiente e degli ostacoli che genera, quindi queste informazioni vengono trasmesse al sistema di controllo che a sua volta trasmette le informazioni agli attuatori per reagire correttamente agli ostacoli rilevati. Più sofisticato è il controller, più questi sistemi saranno così. Ad esempio, per droni o grandi automi industriali, alcuni hanno anche un modo di comunicare con gli umani per riferire informazioni e consentire loro di intervenire. Questa è chiamata interfaccia uomo-macchina che spesso ha la forma di un touchscreen (spesso) come questo. RS Components, utilizzato in particolare nelle fabbriche.

Leggi anche:  Benzina Addict: la dipendenza dal petrolio delle nostre società (Greenpeace)

La robotizzazione al servizio dell'ecologia

Sebbene la robotizzazione negli affari abbia spesso un impatto minore in termini di consumo, in particolare a causa di una maggiore produttività, l'obiettivo primario dell'industria automobilistica (ad esempio) non è l'ecologia ma l'efficienza della produzione. Tuttavia, quando la robotica viene messa al servizio del pianeta, possiamo prendere due piccioni con una fava! Diamo uno sguardo ai progetti stimolanti che mirano a ridurre l'impatto ambientale degli esseri umani. Poiché il riciclaggio dei rifiuti è una soluzione chiave per un futuro più verde, nonché un'area in cui è possibile sfruttare la robotizzazione, diverse aziende hanno deciso di concentrarsi su questo.

Primo fra tutti ZenRobotics, azienda finlandese che crea robot "riciclatori" operanti con l'ausilio dell'intelligenza artificiale. Queste enormi macchine smistano i rifiuti più velocemente di un essere umano rilevando i diversi tipi di materiali in entrata e rigurgitandoli separatamente. Una dimostrazione video di questi "robot di riciclaggio":

Leggi anche:  rischi estrazione di gas di scisto, ambientali e sanitari

La Svizzera ha seguito l'esempio con la Finlandia e il primo centro di smistamento completamente automatizzato nel paese, denominato SORTERA, è nato quest'anno a Ginevra. In Francia, il settore agricolo in particolare si sta muovendo verso un approccio più ambientale. Già in 2012, la società Vitirover aveva sviluppato un robot erbicida ecologico per viticoltori, che ebbe un enorme successo. Allo stesso modo, la società Naïo Technologies ha rilasciato in aprile 2019 un robot agricolo elettrico per diserbare le viti senza sostanze chimiche. Questa tecnologia è attualmente testata in Dordogna in due diverse aree viticole. Questo tipo di innovazione è fiorente in tutto il mondo, al servizio di varie cause ambientali e mostrando una visione positiva della robotizzazione. Un altro esempio, il Vitibot Bakus:

L'automazione e la robotizzazione hanno spesso provocato, e talvolta lo fanno ancora, molti scettici. Tra le voci di tagli di posti di lavoro e l'idea che i robot siano solo nei film, la reputazione di questo settore ha sofferto molto. Nonostante tutto, ora sembra che la tendenza sia decisamente in aumento e i progressi nella robotica siano molto promettenti. L'evoluzione della tecnologia robotica si sta gradualmente affermando nel campo dell'ecologia dimostrando la sua efficacia attraverso vari progetti di successo e mostrando un lato positivo dell'automazione. Molti paesi hanno adottato robot per scopi ecologici come la Finlandia o la Svizzera, e la Francia non è esclusa con molte innovazioni agricole al suo attivo!

Sebbene non tutto sia vinto, ogni anno nascono progetti promettenti nel campo della robotica per migliorare il destino del nostro pianeta.

Leggi anche:  Gasland, video report sul gas shale

La robotizzazione industriale, fattore aggravante della disoccupazione?

Ma c'è un rovescio della medaglia in tutto questo! Più robotizzazione significa meno utilità, e quindi posti di lavoro, per gli esseri umani. Il disoccupazione di una popolazione umana che sta solo progredendo non può che aumentare in una società sempre più robotica. Il alti tassi di disoccupazione attuali in tutto il mondo occidentale sono strutturali e non congetturali. Ciò contrariamente alla stragrande maggioranza dei discorsi politici che tendono a essere codardi rendere colpevoli i disoccupati! Potrebbe essere il momento di pensare a una tassa sui robot ... ma, come il Imposta sul tabacco!

Dato che il mondo è quello che è, non ha speranza di vedere il giorno. I robot industriali attualmente consentono al capitale di realizzare maggiori profitti, quindi contribuiscono anche ad aumentare le disuguaglianze sociali e quindi ad accelerare la produzione industriale e, in ultima analisi, lo sfruttamento delle risorse planetarie ... paradosso del robotda un lato servono l'uomo e lo liberano da compiti difficili, ma dall'altro lo servono economicamente e socialmente. Questo è vero perché le attuali economie sono, per la maggior parte, ancora basate su modelli di crescita economica dal passato ... Modelli che hanno urgente bisogno di essere riformati di fronte all'emergenza ecologica!

1 commento su “I vantaggi dell'automazione e della robotizzazione per l'ambiente”

  1. Il primo motivo economico per scegliere l'automazione è ridurre i costi per consentire alle aziende di rimanere competitive. L'evoluzione del mercato mondiale obbliga infatti i preposti ad essere reattivi e ad adottare le buone misure. La ricerca della produttività è specifica di tutte le aziende. L'utilizzo delle nuove tecnologie digitali e informatiche consente di fissare obiettivi di produttività più ambiziosi. Nelle fabbriche come nei sistemi informatici, tutto è implementato per produrre di più e meglio, evitando errori. I compiti più vincolanti sono affidati agli automi, ai robot, che li svolgono con la massima precisione.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *