Washington riconosce che i gas serra sono responsabili del riscaldamento del clima.

Il rapporto presentato al Congresso da James Mahoney, Sottosegretario di Stato per la ricerca sul clima, ammette che i gas serra sono la causa principale del riscaldamento globale. Tuttavia, questo fatto è stato finora negato dall'amministrazione Bush.

Infatti, GW Bush ha sempre rifiutato di ratificare il protocollo di Kyoto (firmato dall'amministrazione Clinton). Nel marzo 2001 dichiarava: "Non credo che lo Stato debba esigere che le centrali riducano le proprie emissioni di anidride carbonica, perché questo gas non è un" inquinante "secondo la legge sull'aria pulita. "E" sono contrario al protocollo di Kyoto […] perché danneggerebbe gravemente l'economia degli Stati Uniti. ". Ha poi liquidato il problema con il pretesto dell'origine burocratica dei documenti che hanno dimostrato l'origine umana del riscaldamento globale. In questo ha soddisfatto le richieste delle lobby energetiche che avevano ampiamente finanziato la sua campagna.

Leggi anche:  Auto elettriche e lobby: analisi del fallimento di GM EV1, Who Killed the Electric Car

Ma questo atteggiamento contrario al buon senso aveva a poco a poco sollevato la voce di alcuni suoi collaboratori e industriali che il suo piano di “visione del clima” non era riuscito a mettere a tacere. Infine, con il rapporto Mahoney, firmato dai Sottosegretari all'Energia e al Commercio, è la sua stessa amministrazione a contraddirlo ufficialmente. Gli sarà difficile ignorarlo.

Per maggiori informazioni: leggere il file su Radio-canada.ca

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *