Washington riconosce che i gas serra sono responsabili del riscaldamento del clima.

Il rapporto presentato al Congresso da James Mahoney, sottosegretario di Stato per la ricerca sul clima, ammette che i gas a effetto serra sono la principale causa del riscaldamento globale. Ma questo fatto è stato finora negato dall'amministrazione Bush.

In effetti, GW Bush ha sempre rifiutato di ratificare il protocollo di Kyoto (ancora firmato dall'amministrazione Clinton). A marzo 2001 dichiarò: "Non credo che lo Stato debba imporre agli impianti di ridurre le proprie emissioni di carbonio, perché questo gas non è un" inquinante "secondo la legge sull'aria pulita. E "Sono contrario al protocollo di Kyoto [...] perché danneggerebbe gravemente l'economia degli Stati Uniti. ". Ha quindi respinto il problema rivendicando l'origine burocratica dei documenti che hanno dimostrato l'origine umana del riscaldamento globale. Ha soddisfatto i requisiti delle lobby energetiche che avevano ampiamente finanziato la sua campagna.

Leggi anche: Presto l'iniezione di acqua su una BMW M4 Safety Car e serie?

Ma questo atteggiamento contrario al buon senso aveva gradualmente sollevato la voce di alcuni dei suoi collaboratori e industriali che il suo piano "visione del clima" non era riuscito a mettere a tacere. Infine, con il rapporto Mahoney, firmato dai segretari di stato per l'energia e il commercio, è la sua stessa amministrazione che lo contraddice ufficialmente. Sarà difficile per lui ignorarlo.

Per maggiori informazioni: leggere il file su Radio-canada.ca

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *