Studio sui biocarburanti: fattori di produzione agricoli

tesi di stage da Alain ZANARDO. Trasformazioni Agro Industrial 2005-2006. University Dipartimento di Agen.

Parole chiave: biocarburanti, la resa, la produzione, il confronto, i costi, gli ingressi, i fertilizzanti, il flusso, impatto, CO2, bilancio energetico.

Lo studio di ritaglio input da un punto di vista energetico è oggetto di questo libro di memorie.
"Valutazione energetica degli ingressi e delle produzione agricola e forestale. "
Alternative a questi ingressi ed i loro effetti sulle rese delle colture energetiche saranno affrontati; L'aspetto sociale si concentra sul mondo contadino sarà sottostante.

Contenuto:

15 valutazione energetica degli input colturali per girasole e mais.

La creazione di una banca di equivalenza di energia per ogni ingresso per calcolare l'efficienza energetica dei raccolti.

Domanda di colture energetiche:
1) Semi di combustione diretta
2) Olio vegetale puro
3) oli esteri
4) Etanolo combustibile

Parallelamente la produzione di etanolo Stati Uniti e Francia.

Introduzione :

Questo studio è nata dall'incontro virtuale con due scienziati, uno in 1990 quando l'uscita dei suoi lavori sui grandi colture (1972 dadi), l'altro in 2005 quando si pubblica il suo studio su alcol carburante USA indicando una minore resa 1 energia. Un picco per la produzione di energia.
Leggendo le opere di Dominique Soltner (DS) edizione 17éme pagina 1990 6 mostra che egli conosceva il lavoro di David Pimentel (DP) citato da Joël de Rosnay nel RICERCA n ° 47 1974 luglio-agosto: "La produzione agricola: bilancio energetico si sta deteriorando ". Nell'edizione 2005 non è più riferisce al lavoro DP.
Il lavoro di PS si sono trovati controverso nel gennaio 2006 da Alexander Farrell (AF), che mostra che la produzione di etanolo combustibile ha una resa di 1,2 dadi in cui ci conto co-prodotti energetici: DDGS-CGF-CGM.

In 2002 ADEME riporta uno studio sul tema con un rendimento superiore a quello 2.

Nel dicembre 2005 INRA riporta le cifre corrette Ademe dall'IPCC e troviamo 1,18 per etanolo da cereali e 1,28 per la barbabietola.
Nel marzo 2005 una valutazione delle esternalità del settore bioetanolo mais in Francia risultati Ecobilan in efficienza energetica 1,35 o 1,88.
Infine nel mese di febbraio 2006, un miliardo di euro saranno iniettati dal governo francese in questo settore così controverso da parte degli scienziati.

Debole l'efficienza energetica della produzione di etanolo dalla produzione agricola è chiara. Ciò che rende questo dubbio è strettamente dipendente dalle prestazioni con gli input energetici utilizzati per queste produzioni. Una fase di valutazione o omissione può essere fatale per le prestazioni; DS è ciò che è scritto (in 1990) e DP (2005). E 'lo stesso per qualsiasi sovrastima delle rese medie delle colture e la trasformazione in energia finale.

I limiti dello studio:

trasformazioni industriali non sono considerati né gas ad effetto serra.
Le quantificazioni di ogni ingresso dipendono i colpevoli; sono spesso lontane: compromessi fatti in questa memoria non può essere definitiva; quando sugli ingressi e la produzione agricola di un libro a mano?

scaricare (per i membri) dello studio: clicca qui

Leggi anche:  video tour virtuale del orto del pigro

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *