Celle solari come energia alternativa

Per ovviare ai problemi dovuti all'esaurimento dei combustibili fossili, Benoit Marsan, professore presso il Dipartimento di Chimica della UQAM e specialista in elettrochimica, ha lavorato per 18 anni sul miglioramento delle celle solari elettrochimiche. finora ho permesso di presentare due brevetti.

Il primo gli consente di proteggere un nuovo metodo di preparazione del catodo, costituito da un sottile strato di solfuro di cobalto quasi trasparente, nonché dalla sua applicazione in una cella solare. Molto facile da fabbricare ed economico, il catodo sarebbe più catalitico di quelli comunemente usati nelle celle solari elettrochimiche, fatte di platino. Questo catodo, che può essere utilizzato in batterie di diverse tecnologie, è attualmente attualmente in fase di test da parte di una società giapponese di celle solari a base di biossido di titanio nanocristallino sensibilizzato da un colorante (batteria tipo Gratzel).

Il secondo brevetto riguarda la scoperta di nuove famiglie di coppie redox con caratteristiche eccezionali che possono essere utilizzate in diverse applicazioni ad alta tecnologia, comprese le celle solari. Sono trasparenti, non corrosivi, molto conduttivi e generalmente hanno una maggiore reversibilità elettrochimica. Inoltre, il loro potenziale di riduzione dell'ossidazione può essere modulato a seconda della natura delle molecole utilizzate, portando così a un maggiore fotovoltaico.

Leggi anche: L'olio dà le ali ... alle bombe

Un terzo brevetto è in corso e si concentrerà sulla protezione dell'anodo a semiconduttore. L'ultima sfida sarà quella di integrare tutti questi componenti in un'unica batteria. Il suo laboratorio prevede quindi di integrare questa batteria in un veicolo per mantenere la carica della batteria o addirittura coprire un intero veicolo. "Non siamo riusciti a generare energia sufficiente per spingere il veicolo, specifica Benoit Marsan. Ma potremmo sicuramente ridurre il consumo di benzina in modo sostanziale".

Contatti:
- Dr. Benoit Marsan, presidente del comitato di ricerca - dipartimento di chimica
e biochimica - Universite du Quebec a Montreal, CP 8888, Succ.
Downtown, Montreal (Quebec), Canada H3C 3P8 - email:
marsan.benoit@uqam.ca
fonti: http://www.sciences.uqam.ca/scexp/17janv05.html#rech7
Editor: Elodie Pinot, Ottawa, sciefran@ambafrance-ca.org

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *