La Carta French

La Carta ambientale del 2004 è così formulata:

"Il popolo francese,

"Considerando,

“Che le risorse naturali e gli equilibri hanno condizionato l'emergere dell'umanità;

“Che il futuro e l'esistenza stessa dell'umanità siano inseparabili dal suo ambiente naturale;

“Che l'ambiente è l'eredità comune degli esseri umani;

“Lascia che l'uomo eserciti un'influenza crescente sulle condizioni di vita e sulla propria evoluzione;

“Quella diversità biologica, lo sviluppo della persona e il progresso delle società umane sono influenzati da alcune modalità di consumo o produzione e dallo sfruttamento eccessivo delle risorse naturali;

“Che la salvaguardia dell'ambiente debba essere ricercata allo stesso modo degli altri interessi fondamentali della Nazione;

“Che al fine di garantire uno sviluppo sostenibile, le scelte intese a soddisfare le esigenze del presente non devono compromettere la capacità delle generazioni future e degli altri popoli di soddisfare i propri bisogni;

Leggi anche: Nigeria e l'olio

"Proclamare:

"Art. 1. - Ogni individuo ha il diritto di vivere in un ambiente equilibrato che rispetti la salute.

"Art. 2. - Ognuno ha il dovere di partecipare alla conservazione e al miglioramento dell'ambiente.

"Art. 3. - Qualsiasi persona deve, alle condizioni definite dalla legge, prevenire il danno che è suscettibile di arrecare all'ambiente o, in mancanza, limitare le conseguenze.

"Art. 4. - Tutti devono contribuire alla riparazione del danno che provocano all'ambiente, alle condizioni definite dalla legge.

"Art. 5. - Quando il verificarsi di un danno, sebbene incerto nello stato delle conoscenze scientifiche, potrebbe avere un impatto grave e irreversibile sull'ambiente, le autorità pubbliche, applicando il principio di precauzione e nei settori di loro competenza, attribuzioni, attuazione delle procedure di valutazione del rischio e adozione di misure provvisorie e proporzionate al fine di prevenire il verificarsi di danni.

"Art. 6. - Le politiche pubbliche devono promuovere lo sviluppo sostenibile. A tal fine, conciliano la protezione e il miglioramento dell'ambiente, dello sviluppo economico e del progresso sociale.

Leggi anche: Mauritania e petrolio

"Art. 7. - Ogni individuo ha il diritto, alle condizioni e nei limiti definiti dalla legge, di accedere alle informazioni relative all'ambiente detenute dalle autorità pubbliche e di partecipare alla preparazione delle decisioni pubbliche riguardanti ambiente.

"Art. 8. - L'educazione e la formazione ambientale devono contribuire all'esercizio dei diritti e doveri definiti dalla presente Carta.

"Art. 9. - La ricerca e l'innovazione devono contribuire alla conservazione e al miglioramento dell'ambiente.

"Art. 10. - La presente Carta ispira l'azione europea e internazionale della Francia. "

Secondo: http://www.assemblee-nationale.fr/

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *