L'Islanda preoccupa i mercati finanziari

Gli analisti stanno esaminando il deterioramento della situazione finanziaria dell'isola. Alcuni li vedono come segnali di avvertimento di una grave crisi che potrebbe diffondersi.

Sta prendendo forma una crisi finanziaria internazionale nel mezzo del Nord Atlantico? Questo è ciò che temono i mercati mondiali quando la banca centrale di Reykjavik ha appena alzato, la scorsa settimana, il suo tasso chiave principale, portandolo all'11,75%. Un provvedimento tutt'altro che aneddotico per gli analisti che seguono la situazione della piccola isola di 300 abitanti come se fosse un grande mercato. In realtà, stanno cercando di scoprire se questo è solo un epifenomeno o il presagio di una grave crisi nel sistema finanziario internazionale.

Per saperne di più

Leggi anche:  La tempesta del secolo, 5 anni dopo!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *