Risparmio energetico: FAQ

Il consumo globale di energia sta crescendo in modo esplosivo. Alcuni paesi, in particolare in Asia, stanno vivendo uno sviluppo economico spettacolare accompagnato da un aumento del loro consumo di energia (quello della Cina dovrebbe superare quello dell'Europa nel 2010).
Le attuali politiche di risparmio energetico sono motivate dall'esaurimento di alcune risorse, da considerazioni economiche e geopolitiche e dalla preoccupazione per la salvaguardia dell'ambiente. L'intenso consumo di combustibili fossili, infatti, ha portato ad una scarsità di risorse oggi sfruttabili, mentre la loro combustione inquina l'aria e produce gas serra. Inoltre, l'economia di molti paesi è indebolita dalla loro dipendenza dai paesi esportatori di petrolio e gas.
Tuttavia, il risparmio energetico può essere considerato solo nei paesi economicamente sviluppati. Oggi 2 miliardi di persone non hanno ancora accesso all'elettricità.
Le energie alternative (geotermica, eolica, solare, oceanica, ecc.) Possono essere un enorme sostituto dei combustibili fossili? Quali settori sono accessibili al risparmio energetico? Quale potrebbe essere l'impatto delle politiche di risparmio energetico?

Leggi anche:  Il clima preoccupa l'amministratore delegato di Lloyd

Leggi una serie di domande / risposte sul sito www.science-decision.net
oppure scarica direttamente il .rtf

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *