Citroën: un'auto che dice Stop e inizia a inquinare

PSA ha presentato un veicolo dotato di un sistema che spegne automaticamente il motore quando è spento e ridurrebbe le emissioni di CO10 del 2%.

Jean-Martin Folz ne parla da mesi, lo ha svelato martedì. Due settimane prima del Motor Show di Parigi, il CEO di PSA Peugeot Citroën ha presentato il sistema "Stop and start". Sviluppato dal fornitore dell'attrezzatura Valeo, questo dispositivo elettrico spegne automaticamente il motore del veicolo fermo per riavviarlo quando il conducente toglie il freno. Questo sistema potrebbe ridurre il consumo di carburante nelle città del 10% e fino al 15% negli ingorghi, promette PSA. E per ridurre le emissioni di CO2 della stessa quantità.

Prima che la Citroën C2, poi la Peugeot 1007, prendesse il sopravvento (il PSA punta a 50.000 veicoli equipaggiati nel 2006), è una serie speciale della C3, commercializzata a novembre, che diventa la prima piccola auto francese equipaggiata con "Stop and Start". Tuttavia, altri veicoli sono già dotati di un dispositivo simile. In particolare l'ibrido Toyota Prius, anch'esso dotato di un motore che si arresta negli ingorghi, ma che ha l'ulteriore vantaggio di operare, a bassa velocità, con l'elettricità.

Leggi anche: Un nuovo studio conferma un riscaldamento allarmante del pianeta

Il "Stop and start" C3 sarà "quasi lo stesso prezzo o un po 'più economico di un modello equivalente che incorpora tutte le opzioni", ha detto Folz. Il classico Sensodrive C3, che emette una media di 143 g di CO2 per km, tuttavia costa attualmente 550 euro in meno rispetto alla versione “Stop and start” (135 g di CO2).

"È spettacolare", entusiasta il ministro dell'ecologia Serge Lepeltier, che non ha perso l'occasione di confermare la sua intenzione di lanciare una penalità bonus intesa a penalizzare veicoli più inquinanti. E chi "spera che i francesi prendano" lo "Stop and start". Nel 2003, hanno acquistato meno di 10.000 auto "pulite" dai 2 milioni di nuovi veicoli acquistati in Francia.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *