I ricercatori Tolosa sviluppare biocarburanti a basso costo

Un team dell'Istituto Nazionale di Scienze Applicate (Insa) di Tolosa sta lavorando per ottenere biocarburanti economici, dato l'alto prezzo di un barile di petrolio e il preoccupante livello delle emissioni di gas serra.

Questi scienziati sono riusciti a ottenere una produttività continua del bioetanolo da 20 a 30 volte superiore a quella delle fabbriche attualmente in funzione, un risultato promettente mentre il costo di produzione dei biocarburanti rimane ancora più elevato in Francia rispetto a quello della benzina o del diesel. .

Per questo, il laboratorio biotecnologico-bioprocesso di Insa ha sviluppato un bioreattore a due stadi, il secondo dei quali consente di ottenere una quantità molto grande di microrganismi grazie a una membrana. Per metro cubo di mosto di fermentazione, il processo sviluppato consente di ottenere 40 kg di bioetanolo a 8 gradi di alcol all'ora.

Dal glucosio, il team produce anche bioetanolo a 19 gradi in due giorni, un risultato considerato anche molto efficace. "E non abbiamo ancora raggiunto il limite di prestazioni", ricorda Xavier Cameleyre, ingegnere di ricerca presso Insa.

Leggi anche: Controversie sulla cella a combustibile

Il bioetanolo francese, principalmente di barbabietola e grano, nonché di biodiesel, estratto da semi oleosi e commercializzato con il nome di diester, viene utilizzato rispettivamente come additivi per carburanti per motori a benzina e diesel.

Per saperne di più

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *