10 idee sbagliate sull'ambiente

10 idee sbagliate sull'ambiente

In risposta, utilizzare il nostro forums

Il biologico è migliore per la salute? La carta che decima le foreste. Gli OGM sono dannosi per l'ambiente? Non così facile…

1) Carta decimando la foresta

FALSO L'industria cartaria utilizza solo sottoprodotti forestali per la sua produzione: (scarti di segheria, rami, cime, ecc.). In Francia, i mobili e gli imballaggi assorbono più della metà del legno duro segato e il settore edile rappresenta il 60% degli usi di legno dolce segato. Nei paesi tropicali, le foreste sono le prime vittime dell'agricoltura (80% delle cause della deforestazione), del bestiame e della pressione demografica. Ogni anno scompare l'equivalente dell'area della Spagna, ad esempio nell'Amazzonia brasiliana. Anche l'Asia sudorientale e l'Africa sono aree sovrasfruttate.

Per saperne di più sul riciclo della carta e del cartone

2) L'acqua in bottiglia è più ecologica

FALSO L'acqua in bottiglia non fa bene alla salute (alcune acque hanno anche un contenuto di minerali che non è consigliato per il consumo quotidiano). Ha anche conseguenze significative per l'ambiente: aumento del consumo di materie prime ed energia per la produzione di bottiglie, imballaggi, imbottigliamento e trasporto per la consegna ai negozi. Infine, le bottiglie di plastica generano 135 tonnellate di rifiuti all'anno in Francia.

Per saperne di più sugli imballaggi

3) Il buco nello strato di ozono è causato dai gas serra

FALSO In realtà non si tratta di un "buco", ma di un calo della concentrazione di ozono nell'atmosfera, soprattutto nelle regioni polari. Questo assottigliamento è dovuto ai clorofluorocarburi (CFC), ampiamente utilizzati nella produzione di frigoriferi, condizionatori d'aria o anche solventi. Al contrario, i CFC non sono gas serra. Si tratta quindi di due fenomeni molto distinti

Leggi anche:  Economia e Economia: perché bloccare?

L'energia rinnovabile sarà sostituire il petrolio

Vero e falso. Di fronte alla scarsità di petrolio e al riscaldamento globale, dovremo sviluppare fonti energetiche che non emettano gas serra. Allo stesso tempo, sarà necessario raddoppiare praticamente la produzione di energia nel mondo nei prossimi 50 anni. Sapendo che oggi l'80% della nostra energia è fornita da petrolio, gas e carbone, le energie rinnovabili (eolica, solare, ecc.) Daranno un contributo prezioso ma inevitabilmente parziale a causa della loro bassa produttività. Per fornire l'enorme quantità di elettricità necessaria, è difficile vedere come fare a meno dell'energia nucleare, che non emette gas serra. Grazie a nuovi tipi di reattori, le riserve di uranio permetterebbero di soddisfare il fabbisogno mondiale di elettricità per diversi secoli. Dopodiché, è una questione di scelta politica ...

Il petrolio è l'unico responsabile dell'effetto serra

FALSO Il protocollo di Kyoto ha designato i gas responsabili dell'effetto serra: vapore acqueo, anidride carbonica o CO2, metano, protossido di azoto, idrofluorocarburi, perfluorocarburi ed esafluoruro. zolfo. Mentre la CO2 è responsabile di oltre il 50% dell'aumento di tutti i gas serra, il metano è importante perché la sua capacità di ritenzione del calore è 21 volte maggiore. Una grande quantità di metano nell'atmosfera proviene da allevamenti di bestiame, risaie e discariche.

Ulteriori informazioni sull'effetto serra

Leggi anche:  I costi medici e sociali di inquinamento urbano

OGM sono pericolosi per la salute

VERO e FALSO Nessuno studio ha mostrato alcun effetto degli OGM (organismi geneticamente modificati) sulla salute e restiamo piuttosto all'oscuro. Gli OGM sono il risultato di trasferimenti genetici, che avvengono naturalmente quando si incrociano specie classiche. Il rischio principale è che abbiano un effetto allergenico. Un altro rischio: gli OGM resistenti agli erbicidi e ai fungicidi saranno anche più carichi di queste sostanze poiché sono abbondantemente annaffiati. Al contrario, gli OGM resistenti agli insetti o ai parassiti potrebbero essere migliori per la salute rispetto alle piante convenzionali poiché ci sarebbe meno bisogno di ricorrere ai pesticidi. D'altra parte, alcuni ricercatori stanno lavorando su OGM arricchiti con vitamine o contenenti un vaccino destinato ai paesi in via di sviluppo.

Gli OGM sono dannosi per l'ambiente

VERO e FALSO Il rischio principale degli OGM è la loro diffusione alle colture circostanti. Questo rischio varia a seconda delle piante e del loro modo di riproduzione. D'altra parte, dobbiamo distinguere diversi tipi di OGM: la soia transgenica resistente ai diserbanti porterà a un maggiore inquinamento del suolo poiché verrà utilizzato più prodotto. D'altra parte, è probabile che altre ricerche riducano l'inquinamento: ad esempio piante resistenti agli insetti. Da citare anche la ricerca INRA per la produzione di alberi senza lignina, una fibra la cui eliminazione nella fabbricazione della carta è molto inquinante.

L'agricoltura biologica fa bene alla salute

Leggi anche:  La fine del petrolio?

FALSO Attenzione: il cibo biologico non va confuso con il cibo dietetico: il cibo biologico non ti farà dimagrire! D'altra parte, non presenta alcun beneficio per la salute importante; studi hanno addirittura dimostrato che nelle mele da agricoltura biologica erano presenti concentrazioni anormalmente elevate di micotossine, alle quali non è consentito l'uso di fungicidi (la pericolosità non è comunque provata, ma è necessario sappi che i prodotti biologici si conservano meno bene e per un tempo più breve rispetto ai prodotti tradizionali). D'altra parte, l'agricoltura biologica, che non utilizza fertilizzanti, contribuisce alla conservazione del suolo e delle acque sotterranee. Insomma, compra biologico per l'ambiente e non per la tua salute.

biodegradabili sacchetti di plastica del supermercato sono una buona soluzione

FALSO Negli ultimi anni, i supermercati hanno offerto sacchetti biodegradabili. Sebbene questi ultimi siano effettivamente meno inquinanti poiché sono prodotti da mais o patate, non costituiscono una soluzione sostenibile. In primo luogo, sono più pesanti dei materiali tradizionali, causando così un maggiore inquinamento durante il trasporto. Ancora più importante, incoraggiare i consumatori a utilizzare prodotti usa e getta non è certamente una politica sostenibile.

L'industria è la principale causa di inquinamento

VERO e FALSO Certo, i produttori sono i primi inquinatori, ma non dobbiamo dimenticare che la loro produzione è destinata ai consumatori. E che alla fine della giornata, è una classica storia di domanda e offerta. Ogni francese è quindi indirettamente "responsabile" di 3 tonnellate di rifiuti industriali all'anno. D'altra parte, il trasporto è, ad esempio, il primo emettitore di gas serra. Moralità: chiediamoci di più sul nostro comportamento di acquisto e sulla nostra vita quotidiana.

1 commento su "10 idee sbagliate sull'ambiente"

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *